Frequent Flyer

In un anno di pandemia ho raccolto oltre mezzo milione di punti, ecco come ho fatto

Chi mi conosce, sa che da anni sono un felice cliente di American Express, nello specifico ho sempre avuto le…

Chi mi conosce, sa che da anni sono un felice cliente di American Express, nello specifico ho sempre avuto le carte Alitalia. Prima la Oro, poi la Platino e ovviamente la Verde, da sempre.

In questi anni mi sono tolto moltissime soddisfazioni sfruttando al 100% i companion ticket, il miles back e i moltiplicatori di spesa che mi hanno permesso di accumulare oltre 2 milioni di miglia Alitalia in poco più di 4 anni.

Sono un padre di famiglia e appartengo alla “middle class”, non sono dicerto ricco e credo di poter rappresentare il classico esempio da seguire per capire come il reward travel possa essere un modo per ottenere molti vantaggi per godersi alcuni vizi altrimenti impossibili.

Certo ci vuole strategia, ma come in tutte le cose della vita, se ci si impegna si ottengono risultati. 

Avete già letto alcune mie “storie di successo” come le Maldive a Natale o il viaggio mancato a Rovaniemi, ma in questi anni con la famiglia siamo andati in business in molte delle destinazioni AZ, soprattutto Nord America. Quest’anno però ho deciso, dopo un’attenta riflessione, che era ora di prendermi una pausa da Alitalia. Troppo incerto il futuro, sia della compagnia che delle rotte dei prossimi anni, meglio puntare verso una valuta intercambiabile e non soggetta a svalutazioni come i Membership Rewards. Ho quindi deciso di entrare nella famiglia delle American Express normali e ho iniziato ad accumulare punti MR.

Ecco quindi che oggi, a fine 2020, anno di pandemia, ho raccolto

230.000 Punti Millemiglia grazie alla American Express Platino

Ad inizio 202, quando sembrava un anno come un altro, ho staccato per un gruppo di amici i biglietti per un’addio al celibato per gli Stati Uniti e questo mi ha aiutato a sfruttare il moltiplicatore delle miglia qualificanti Alitalia. Inoltre ho presentato alcuni amici e ho ricevuto i relativi bonus, ho usufruito di un piccolo bonus da parte di Alitalia come “panacea” per la pandemia e infine ho guadagnato i punti relativi all’uso quotidiano della carta. Per massimizzare la mia raccolta, tutta la mia famiglia usa delle carte supplementari per le spese di tutti i giorni, così facendo tutti i punti finiscono nel mio conto.

Ecco il dettaglio:

  • 40.000 bonus amex per scarsa possibilità di uso dei vantaggi
  • 70.000 bonus presenta un amico
  • 50.000 circa di biglietteria Alitalia
  • 70.000 circa in normali spese amex

Totale miglia Alitalia guadagnate quest’anno: oltre 230 mila, a cui aggiungere due companion ticket. In questo momento ho circa 850k punti MM sul mio conto. Abbastanza per il prossimo viaggio sia con Alitalia che con qualche compagnia partner.

325.000 punti Membership Rewards da maggio 2020

Come detto, a maggio ho deciso di “sospendere” la raccolta delle miglia e iniziare ad accumulare punti Membership Rewards, nel dettaglio:

  • 30.000 benvenuto oro
  • 80.000 upgrade platino
  • 175.000 presenta un amico
  • 30.000 presenta un amico per errore loro
  • 10.000 circa con spese varie

Totale Membership Rewards da maggio 2020: oltre 325k. Ne ho investita la metà in 5 biglietti per Rovaniemi, sfruttando la possibilità di convertire i punti in Finnair +.

Come vedete ho sfruttato in pieno i bonus di benvenuto, questo è l’ABC di chi vuole viaggiare con i punti, così come l’uso delle supplementari per i familiari che mi aiutano a massimizzare la il mio piano di accumulo.

Non ci sono miglia per voli, perché tutti i miei viaggi all’estero sono “saltati”, e non ci sono punti nelle varie catene alberghiere per la medesima ragione. Per questo mi rifarò nel 2021.