Recensioni

Recensione volo Emirates 777, ecco come si viaggia (gratis) in first class

Un biglietto di First Class gratis con Emirates è il sacro graal degli accumulatori seriali di punti

Premessa importante.

L’autore di questa recensione, e la sua compagna, sono italiani ma non risiedono in Italia, pertanto in questa vacanza alle Maldive non hanno violato alcun divieto di viaggio o limitazione alcuna imposta dal Dpcm.

Il lato positivo di questa “nuova” normalità è che a causa dello scarso numero di passeggeri le compagnie hanno aperto tutto il loro inventario e questo si traduce in una abbondante disponibilità di posti premio, anche last minute, in tutte le classi di volo. Compresa la first class.

Aeromobile:
B777/300
Classe:
First
Tratta:
DXB - LIS
Prezzo:
79k skywards

Nei prossimi giorni pubblicheremo il resto delle recensioni di questo viaggio: il Radisson Blu Maldive e il viaggio di andata in business class sempre con la compagnia di Dubai.

Abbiamo scritto numerosi articoli che spiegano come fare punti in pochi giorni e senza spendere praticamente nulla, ad esempio vi abbiamo raccontato come in 10 giorni un nostro lettore ha accumulato abbastanza MR per staccare questa tipologia di biglietto. Se sei nuovo del reward travel, ti consigliamo di leggere la nostra guida per principianti e le dritte per cominciare dal divano di casa.

La prenotazione

L’itinerario completo di questo viaggio prevedeva due biglietti, andata e ritorno, da Lisbona alle Maldive via Dubai. Nello specifico l’ultima tratta da Dubai a Lisbona è stata effettuata in prima classe nelle “suite” del 777.

Tutto l’itinerario è stato prenotato usando i punti Skywards, ovvero la valuta del programma fedeltà di Emirates. Avendo trovato disponibilità per effettuare l’upgrade, abbiamo approfittato dell’ultima tratta in prima classe anziché in business come previsto.

L’upgrade da business a first è costato solamente 79mila punti SW, punti che ho potuto velocemente trasferire dal mio account membership rewards. Emirates è una delle compagnie partner e garantisce tempi rapidissimi per il trasferimento dei punti, un aspetto importante, in quanto rende molto più semplice l’utilizzo delle miglia senza correre il rischio di perdere i biglietti.

Per avere una idea dei costi i due biglietti a/r in business nello stesso periodo del nostro viaggio costavano dai 6.300€ ai 12.500€, l’eventuale pagamento in contanti dell’upgrade in prima classe avrebbe avuto un costo indicativo di non meno di 3mila euro.

Il costo in punti dei due biglietti in business è stato 130k punti Skywards e 287€ di tasse e supplementi a biglietto. Spesa che ovviamente ho sostenuto con la mia American Express Platino, così facendo non solo ho guadagnato punti, ma ho fatto immediatamente scattare la copertura assicurativa prevista compresa nella carta. A questa si è aggiunta anche la copertura gratuita e specifica per il Covid-19 offerta da Emirates a tutti i suoi passeggeri.

L’upgrade mi è costato un ulteriore esborso di 79k punti Skywards, ma se penso a quanto costa il biglietto a prezzo pieno sono stato assolutamente felice di usare i MR, punti che ho guadagnato quasi senza spendere un euro.

Alla fine i biglietti, compreso l’upgrade, mi sono è costati 300 mila punti Membership Rewards oltre a 580€ (il prezzo “normale” sarebbe stato 10 mila euro!).

In aeroporto

Avere un biglietto di prima classe con Emirates vuol dire poter sfruttare servizi esclusivi come l’auto privata che ti preleva a casa o in hotel, percorsi speciali in aeroporto e soprattutto la lounge di prima classe.

Nel nostro caso, arrivando dalle Maldive, abbiamo usufruito solo della lounge.

Per chi non fosse mai stato a Dubai, la lounge della compagnia occupa due piani di tutto il terminal 3, la casa di Emirates. E’ talmente grande che alle pareti sono appese mappe per spostarsi da un luogo all’altro e ad ogni incrocio è presente la segnaletica, insomma una piccola città.

Certo, anche qui l’effetto del Covid si fa sentire, purtroppo la lounge dedicata esclusivamente ai passeggeri di prima classe era chiusa, come criticarli. La soluzione adottata da Emirates è stata quella di dedicare una sezione della lounge business per i passeggeri della first, mantenendo però dei servizi esclusivi, come il servizio al tavolo e non a buffet. Curioso di sapere cosa offre il menu? Basta cliccare qui.

Una delle chicche della lounge di Emirates è la SPA esclusiva per gli ospiti.

Il massaggio è stato sicuramente un toccasana prima di imbarcarmi sul volo per Lisbona, l’utilizzo della SPA è consentito a tutti gli ospiti con la differenza che i servizi sono gratuiti per i passeggeri di First e a pagamento per tutti gli altri.

A bordo

Che dire, non sarà la nuova prima classe, quella che Emirates definisce la “Game changer” però stiamo comunque parlando di un aereo nuovissimo (secondo flightradar questo 777/300 targhe A6-EPS non aveva nemmeno 5 anni) e la suite è qualcosa di vicino alla perfezione.

La cabina prevede solo due file con 4 suite per fila, per un totale quindi di 8 monolocali. Per avere un termine di paragone, la nuova first class prevede un totale di 6 posti, quindi più spazio e ancora più privacy.

I nostri posti erano i due centrali, viaggiando in coppia sono decisamente più comodi anche se si deve rinunciare al finestrino.

Lo spazio è enorme e quando si decide di abbassare la poltrona, il letto è comodissimo. Appena a bordo veniamo accolti e accompagnati al posto, dove la responsabile della cabina, dopo essersi presentata, ci ha spiegato tutto quello che la nostra poltrona aveva da offrire.

Purtroppo nei voli diurni non viene distribuito il beauty kit completo, ma solo una piccola selezione di prodotti che sono nascosti in uno dei tanti scomparti presenti nella poltrona.

In questo caso si trattava di un volo di quasi 8 ore, quindi è stato consegnato l’intero kit notturno. Il pigiama nell’iconica busta e le comodissime ciabattine. Certo non c’è la doccia come sull’A380, ma per il resto non manca davvero nulla.

Se viaggiate in coppia come nel nostro caso, le due poltrone centrali sono la soluzione ideale. Ci sono compagnie che offrono un vero e proprio letto matrimoniale, come nella prima classe di  Singapore Airlines o come offriva Etihad a bordo dell’A380, ma è comunque una soluzione top.

A bordo si è coccolati in tutto, a preparare il letto ci pensa il personale addetto ai soli passeggeri di prima classe. Ottimo il materasso e la coperta che è un vero e proprio piumino.

Food and beverage

Questo era un volo mattutino, con partenza da Dubai alle 7:40 e arrivo nella capitale portoghese intorno a mezzogiorno. Anche se avevamo già gozzovigliato in lounge, abbiamo deciso di fare una colazione leggera, iniziando con un bicchiere di spremuta d’arancia.

Subito dopo il decollo è stata servita la colazione, io ho optato per dei cereali e dello yoghurt, ma come si legge nel menù si poteva mangiare di tutto, dalle uova in camicia ai piatti più tradizionali.

Nella suite sono presenti un minibar, degli stuzzichini e un kit per prendere appunti.

Emirates offre la possibilità di mangiare quando si preferisce e soprattutto quanto si vuole, basta premere un pulsante e dopo meno di 2 minuti un assistente di volo sarà pronto ad esaudire ogni desiderio, culinario e non solo.

Come è noto i passeggeri di First Class possono pasteggiare sorseggiando uno dei migliori champagne del mondo, il Dom Perignon vintage 2008. Se non sei un fan delle bollicine francesi, la lista dei vini e dei superalcolici comprende alcune tra le etichette più esclusive del mondo.

Emirates ha ripristinato, nel pieno rispetto delle normative, il servizio a bordo al 100%.

A poco meno di due ore dall’atterraggio ho ordinato il pranzo. Ero davvero indeciso su come concludere l’esperienza.

Come antipasto ho preso piatto di caviale, servito con i tipici blini, uova e verdurine.

Come piatto principale poi ho optato per un filetto, cotto alla perfezione.

Per dessert, dato che non riuscivo a scegliere, ho ordinato sia la torta che la frutta fresca.

IFE e Servizio

Se c’è una cosa che ha sempre distinto Emirates dalle altre compagnie è sicuramente il sistema di intrattenimento a bordo. E se nelle altri classi è già un ottimo servizio, figuratevi in first: il migliore nei cieli di tutto il mondo con una gigantesca tv da 32 pollici.

La suite è tutta controllata dal tablet posizionato accanto alla poltrona, da qui si può accendere la luce, ordinare da mangiare, chiudere la porta, governare il sedile. Per i più esigenti è possibile sfruttarlo anche come secondo schermo tv, come controller per i videogiochi o per ammirare le webcam dell’aereo.

Le cuffie Bowers & Wilkins hanno un design retrò ma svolgono appieno il loro dovere isolando adeguatamente dai rumori e permettono di godersi un film come nel salotto di casa.

Connettività al massimo livello grazie al wi-fi, gratis per i passeggeri di First, mentre è a pagamento per tutti gli altri.

In conclusione

Un biglietto premio in prima classe con Emirates è uno degli obiettivi più ambiti da tutti i frequent flyer. Certo ci vuole metodo ed applicazione (si tratta di un viaggio che altrimenti costerebbe non meno di 10.000 €), ma la ricompensa è qualcosa di unico nel panorama mondiale.

Sei nuovo del reward travel? Ecco alcuni consigli su come iniziare a raccogliere punti da trasformare in viaggi come questo e viaggiare da single, in coppia e in famiglia senza spendere nulla tranne i punti.

Il verdetto
Non è la cabina più moderna della flotta Emirates, ma è una prima classe ed è una delle migliori esperienze che si possano fare su un aereo. Certo sull'A380 c'è più spazio, c'è il bar e i passeggeri di Emirates possono anche fare la doccia tra le nuvole. Però è una esperienza quasi perfetta.
9
Servizio
9
IFE
9
F&B
9
Cabina e Poltrona
9

Pro

  • Il servizio è perfetto
  • Sembra di essere in un ristorante stellato
  • La poltrona è comodissima

Contro

  • Potrebbe costare un pochino meno
  • In un volo diurno non danno il beauty kit