Nuovo dcpm: a Pasqua potremo andare all'estero? - The Flight Club
Notizie

Nuovo dcpm: a Pasqua potremo andare all’estero?

Il nuovo dpcm è finalmente arrivato, con le sue regole (inasprite) e qualche divieto in più. Le divisioni per colore…

Il nuovo dpcm è finalmente arrivato, con le sue regole (inasprite) e qualche divieto in più. Le divisioni per colore sono confermate e le domande continuano ad essere tante. Ad esempio: a Pasqua potremo andare all’estero? Perché, se è vero che in Italia esistono oggi problemi ben più seri, la voglia d’evasione è tanta. E i viaggi, in Europa e nel mondo, iniziano ad avere il sapore della nostalgia.

In questo articolo:

    A Pasqua potremo andare all’estero? La risposta nel dpcm


    Fino al 27 marzo (per ora) è vietato spostarsi tra le regioni, anche se queste sono in zona bianca oppure gialla. E’ possibile solamente per motivi di salute, lavoro o urgenza (con autocertificazione annessa). Trascorrere la Pasqua nelle seconde case, magari al mare o in montagna, si può solo se non si deve uscire da una zona arancione scuro oppure rossa. Se la casa vacanze è condivisa o in multiproprietà è accessibile ad un solo nucleo familiare alla volta e, in ogni caso,  bisogna poter dimostrare di essere proprietari o affittuari di quella casa da prima del 14 gennaio 2021.

    A Pasqua potremo andare all’estero, dunque? Dipende, dal colore della regione in cui si risiede e da dove si vuole andare. Le crociere continuano, perlomeno quelle di compagnie come Costa Crociere che hanno previsto un rigido protocollo anticontagio. Mentre, per quanto riguarda i voli, il nuovo dpcm va nella direzione intrapresa qualche mese fa: quella dei voli “Covid-tested”.

    Chi arriva in Italia con un volo Covid-tested non è tenuto a stare in isolamento fiduciario, e la strategia sembra funzionare. I voli tra Roma Fiumicino e New York, partiti lo scorso 8 dicembre proprio con la formula Covid-tested, hanno evidenziato un tasso di positività dello 0,13% (solamente 5 passeggeri su 3.824 sono risultati positivi al Coronavirus e non hanno dunque potuto imbarcarsi). L’idea al vaglio del Governo è, ora, quella di programmare voli di questo tipo per e da Los Angeles, Washington, Boston, Miami, Dallas, Tokyo, San Paolo, Buenos Aires, Emirati Arabi Uniti, Canada, Cina, Corea del Sud, Hong Kong e Taiwan.

    L’imbarco sui voli Covid-tested è consentito solo a chi presenta al gate la certificazione di un tampone molecolare o antigenico negativo effettuato nelle 72 ore precedenti o si sottopone il giorno della partenza, in aeroporto, ad un test antigenico rapido che avrà dato esito negativo. Gli aeroporti che offrono voli Covid test sono, ad oggi, Roma Fiumicino e Milano Linate.

    Gli imprevisti sono dietro l’angolo quindi vi consigliamo di partire adeguatamente protetti da una assicurazione che non vi abbandoni in caso di emergenza e magari scegliendo di viaggiare con una compagnia aerea che offre una copertura covid dedicata.

    Dove possono andare gli italiani

    L’unico modo che abbiamo per andare all’estero per turismo, dunque, è imbarcarci su un volo Covid-tested. Oppure, ci si può recare in Europa.

    Chi vive in una regione gialla o bianca può uscire dai confini nazionali e recarsi, anche senza giustificato motivo, in Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca (incluse isole Faer Oer e Groenlandia), Estonia, Finlandia, Francia (inclusi Guadalupa, Martinica, Guyana, Riunione, Mayotte ed esclusi altri territori situati al di fuori del continente europeo), Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi (esclusi territori situati al di fuori del continente europeo), Polonia, Portogallo (incluse Azzorre e Madeira), Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna (inclusi territori nel continente africano), Svezia, Ungheria, Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Svizzera, Andorra, Principato di Monaco.

    Sempre tenendo ferme le regole in vigore nei Paesi di destinazione, in termini di isolamento fiduciario e di test richiesti all’ingresso.

    American Express Oro
    • Quota gratuita il primo anno e per sempre se si spendono 12k euro all'anno
    • Voucher viaggi: 50€ per i tuoi viaggi ogni anno da spendere su americanexpress.it/viaggi
    • Priority PassTM: Carta Oro ti offre l'iscrizione gratuita al Programma Priority Pass e due ingressi gratuiti ogni anno, entrambi per te o per te e un tuo accompagnatore
    • Assicurazione inconvenienti e infortuni di viaggio: sarai tutelato in caso di ritardata consegna del bagaglio oppure ritardo o cancellazione del volo
    • Protezione d'Acquisto: tutela per 90 giorni fino a 2.600€ sugli acquisti effettuati con Carta (escluse alcune categorie merceologiche), in caso di furto o danneggiamento del bene
    Quota gratuita il 1° anno e gratis ogni anno successivo se si spendono 12k €
    Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Consulta le Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori di Blu American Express e i Fogli Informativi di Carta Verde e di Carta Oro su americanexpress.it/terminiecondizioni. L’approvazione delle Carte è a discrezione di American Express. La gratuità annuale della quota di Carta Oro e di Carta Verde è subordinata al raggiungimento di specifiche soglie di spesa annuali.