Guide

I 3 biglietti aerei (+1) più cari per il turista italiano: come prenotarli senza spendere un capitale

Non è chiaro come e quando il traffico aereo ritornerà come prima della pandemia, ma su una cosa gli esperti…

Non è chiaro come e quando il traffico aereo ritornerà come prima della pandemia, ma su una cosa gli esperti sono concordi: ci vorranno almeno un paio di anni e in ogni caso i viaggi d’affari saranno quelli a ripartire più tardi.

Questa situazione ha, però, più di un risvolto positivo per tutti quelli che vogliono ricominciare a viaggiare il prima possibile:

La pandemia, come sappiamo, ha quasi completamente messo la parola fine all’era dei Jumbo, i 747 sono stati messi fuori flotta da British Airways, KLM, Qantas, Thai e molte altre compagnie. La stessa sorte è capitata all’altro gigante dei cieli l’Airbus A380 messo a terra definitivamente da Lufthansa, Air France, Thai,  Etihad e parcheggiato per non si sa ancora quanto dalle poche compagnie (Emirates esclusa) che lo hanno in flotta.

Gli amanti delle cabine esclusive sanno che le soluzioni più stravaganti e lussuose erano proprio su queste due tipologie di aerei, in particolare sugli A380. E l’addio più doloroso sicuramente è quello al “trilocale” dei cieli proposto dalla compagnia di Abu Dhabi, che ha tolto così dal mercato uno dei biglietti più esclusivi per gli accumulatori di miglia di tutto il mondo.

A questo punto restano quattro “golden ticket” per gli accumulatori seriali di miglia, parliamo di 4 biglietti per viaggiare in prima classe su ANA, Emirates, Cathay Pacific e Singapore. Certo, ci sono molte altre compagnie aeree che offrono la prima classe come Lufthansa, Air France e British Airways, anche in questo caso i biglietti sono molto cari e l’esperienza è fantastica, ma non è paragonabile a quella nelle first class dei quattro vettori che abbiamo selezionato.

Piccola nota sul metodo. I prezzi possono cambiare da un giorno all’altro, un biglietto prenotato invertendo le tratte (es. da Dubai a Milano, anzichè da Milano a Dubai) nello stesso giorno può costare anche 3 volte di più o di meno. Prezzo a parte, quello che vogliamo raccontare è l’esperienza a bordo che si potrà vivere su ognuna di queste compagnie. Allo stesso modo, abbiamo preso in esame biglietti che possano avere senso per “l’italiano medio” tralasciando itinerari tipo Singapore/New York o Los Angeles Hong Kong. Inoltre parliamo solo di voli diretti.

 Volare in prima classe in Giappone con ANA

Il Giappone non ha ancora annunciato le modalità con le quali procederà alla riapertura delle frontiere, però se stai pensando di prenotare un biglietto andata e ritorno nella “Suite” di prima classe, devi essere pronto a spendere non meno di 13mila euro, e spostarti verso Francoforte o Londra: gli unici due aeroporti in Europa dove atterrano i 777/300 della compagnia giapponese. Questi velivoli sono allestiti con le nuove cabine di prima classe (The Suite) e business (The Room).

Uno dei modi migliori per staccare questo biglietto premio è quello di usare i punti del Flying Club, ovvero il programma fedeltà di Virgin Atlantic. Il biglietto a/r costa 120k Virgin points, oltre le tasse. Recentemente ANA ha reso disponibili anche i biglietti di sola andata rendendo possibile, ad esempio, prenotare una tratta in business e una in prima classe e provare così le due esperienze a bordo della compagnia. L’andata costa esattamente la metà quindi 60k punti, a cui aggiungere eventualmente altri 47.500 punti per il ritorno in classe business.

In prima classe ad Hong kong

Anche qui non abbiamo idea di quando l’ex protettorato britannico tornerà ad accogliere a braccia aperte i viaggiatori di tutto il mondo, ma in ogni caso se si vuole prenotare questo biglietto bisogna mettere da parte un discreto gruzzolo di punti e/o miglia, anche se le 12 ore di volo costano la metà, rispetto al biglietto per Tokyo.

L’offerta di Cathay Pacific punta tutto sul servizio a bordo, piuttosto che su un allestimento particolare della cabina. Se da un lato la seduta è nettamente inferiore rispetto ad ANA il servizio a bordo è di pari livello. Dal caviale agli champagne più esclusivi, attenzione maniacale ai dettagli per far vivere una esperienza indimenticabile al passeggero. Asia Miles è un partner di American Express quindi questo è uno dei biglietti più semplici da riscattare per gli accumulatori seriali italiani di Membership Rewards.

 

Questo biglietto costa 100k punti Asia Miles a tratta, non pochi ma è uno di quegli investimenti che ripaga con gli interessi.

La doccia tra le nuvole con Emirates

Volare in prima classe sull’A380 è una di quelle esperienze uniche, che allo standard di altissimo livello della prima classe aggiunge l’unicità degli airbus della compagnia con sede a Dubai. Oltre alla doccia i passeggeri, possono trascorrere buona parte del volo al bancone del bar o in una delle migliori cabine presenti negli aerei di tutto il mondo.

Quando gli A380 di Emirates torneranno ad affollare i cieli di mezzo mondo ci sarà, probabilmente, un surplus di biglietti premio di first class. Unico problema è che questi posti sono riscattabili solo usando i punti del programma Skywards, ma fortunatamente Emirates è uno dei partner di American Express e quindi sarà possibile staccare un biglietto sulla tratta Malpensa/New York senza troppa fatica e sfruttando il fatto che questa è tra le tratte più “economiche” nel network della compagnia emiratina.

Per sapere come si viaggia in prima classe su Emirates puoi leggere la nostra recensione e, se ti piace quello che vedi, puoi decidere di pagare il biglietto cash (il costo varia dai 4 e i 7 mila euro) oppure con le miglia (occorrono dalle 107 alle 115k miglia Skywards). Ma attenzione, al momento non è chiaro quando la tratta sarà operata nuovamente con l’A380, quindi se vuoi fare la doccia ti conviene assicurarti che il volo non sia operato su un normalissimo 777/300.

BONUS La Suite per volare a Singapore

The couple who regrets parting on a platform

Quando la compagnia della città stato riprenderà a volare su Milano con i suoi A380, a bordo troverai la nuova prima classe. La compagnia offrirà quindi una nuova esperienza, completamente rinnovata a partire dal letto matrimoniale per due passeggeri dove trascorrere, nella privacy più totale, le 12 ore di volo dall’Italia.

Come tutte le cose belle è ovviamente una esperienza cara, parliamo di un prezzo per un biglietto andata e ritorno che si aggira(va) intorno ai 7mila euro in periodi di bassa stagione. In punti, invece, si parte da 125k Krisflyer a tratta, ma la cifra può raddoppiare in alta stagione. Ciò vorrebbe dire 500k punti per un biglietto a/r.

Le altre prime classi

Come detto queste non sono le uniche cabine di prima classe presenti sul mercato. Anche British Airways, Lufthansa, Swiss e Air France offrono questo tipo di prodotto, ma possiamo dirlo senza timore di essere smentiti: l’esperienza non è all’altezza di quanto proposto dai vettori che abbiamo menzionato sopra. Spostandoci in America, nessuna compagnia a stelle e strisce dispone di cabine di prima classe, anche se spesso quando si tratta di voli interni negli USA, la business viene chiamata First Class, ma si tratta a tutti gli effetti di una classica poltrona di business class.

In conclusione

Se vuoi vivere queste esperienze spendendo poche centinaia di euro, ti consigliamo di scegliere bene la tua strategia di reward travel, studiare come accumulare punti senza spendere nulla di più di quello che spendi regolarmente e studiare come si prenotano i biglietti premio.

American Express Oro
  • Voucher viaggi: 50€ per i tuoi viaggi ogni anno da spendere su americanexpress.it/viaggi
  • Priority PassTM: Carta Oro ti offre l'iscrizione gratuita al Programma Priority Pass e due ingressi gratuiti ogni anno, entrambi per te o per te e un tuo accompagnatore
  • Assicurazione inconvenienti e infortuni di viaggio: sarai tutelato in caso di ritardata consegna del bagaglio oppure ritardo o cancellazione del volo
  • Protezione d'Acquisto: tutela per 90 giorni fino a 2.600€ sugli acquisti effettuati con Carta (escluse alcune categorie merceologiche), in caso di furto o danneggiamento del bene
€200 extra cashback spendendo almeno 1000€