Neos è la prima italiana in IATA Travel Pass, parte anche Swiss - The Flight Club
Notizie

Neos è la prima italiana in IATA Travel Pass, parte anche Swiss

Abbiamo già parlato diverse volte dello IATA Travel Pass, molte compagnie aeree sparse per il mondo hanno iniziato la fase…

Abbiamo già parlato diverse volte dello IATA Travel Pass, molte compagnie aeree sparse per il mondo hanno iniziato la fase di testing della piattaforma, adesso è il turno della prima italiana che aderisce al progetto, ovvero Neos.

In questo articolo:

    Lo IATA Travel Pass è un vero e proprio Passaporto Sanitario proposto dalla International Air Transport Association, con il quale si può viaggiare in sicurezza grazie al tracciamento dei passeggeri vaccinati o che si sono sottoposti ad un tampone per Covid-19 con esito negativo.


    In un comunicato ufficiale. Neos ha reso noto di aver aderito al programma, la fase di testing sarà operativa dall’1 maggio 2021 per i passeggeri che viaggeranno da Milano a Tenerife.

    “Salire a bordo della sperimentazione per lo IATA Travel Pass è per noi un risultato molto significativo, soprattutto perché siamo la prima compagnia aerea italiana ad essere nel trial.

    Siamo convinti che lo IATA Travel Pass diverrà un modello condiviso e universalmente riconosciuto, affidabile e sicuro, che tutela anche i dati personali degli utenti.

    Speriamo che la collaborazione con IATA e il nostro contributo possano offrire strumenti in più per ampliare la sperimentazione e aiutare la ripartenza di uno dei settori più stressati dall’emergenza”.

    Aldo Sarnataro, direttore commerciale di Neos

    IATA Travel Pass

    Il funzionamento dell’app è molto semplice, dopo essersi registrati ed avere inserito i dati del passaporto, si potranno aggiungere le informazioni del volo che si intende prendere.

    A quel punto l’app ci restituirà una lista con tutte le strutture convenzionate con IATA per poter effettuare il tampone Covid-19. Una volta effettuato il test, il risultato ci verrà fornito direttamente nell’app e ci sarà una spunta “OK to Travel” che ci permetterà di superare il check-in senza inconvenienti e viaggiare sicuri.

    Se qualcuno si sta preoccupando per la privacy non ha nulla da temere, IATA ha infatti assicurato che tutti i dati forniti non saranno condivisi con soggetti terzi, neanche con IATA stessa, tutti i dati resteranno solo ed esclusivamente all’interno dell’app e quindi del nostro smartphone.

    Anche Swiss Air Lines aderisce a IATA

    Rimanendo in Europa anche Swiss Air Lines ha appena annunciato di voler sperimentare il Passaporto Sanitario Digitale offerto da IATA.

    La sperimentazione partirà sui voli tra Zurigo e Londra Heathrow, l’app mostrerà le normative d’ingresso nel Paese di destinazione sempre aggiornate, in maniera tale da non farsi trovare impreparati.

    “Sosteniamo tutti gli sforzi per rendere i viaggi di nuovo semplici e affidabili durante la pandemia da Coronavirus. I documenti sanitari digitali come il Travel Pass IATA stanno dando un contributo inestimabile per conciliare la domanda di mobilità con la necessità di protezione della salute, per rendere più facile per i nostri clienti pianificare i loro viaggi e ripristinare la fiducia nel viaggio nel suo complesso.

    Consideriamo ancora essenziale che siano stabiliti e mantenuti parametri coerenti, unificati e di promozione della mobilità, insieme a processi riconosciuti a livello internazionale e standardizzati per fornire test digitali e certificazioni di vaccinazione. Questo è l’unico modo per garantire che la Svizzera possa mantenere i legami internazionali che sono così vitali per il Paese in termini economici”.

    Dieter Vranckx, CEO di Swiss Air Lines

    Oltre allo IATA Travel Pass, Swiss fa sapere di voler aderire anche ad altre soluzioni digitali per il tracciamento dei vaccinati e di chi ha effettuato un tampone, come l’EU Green Pass e il CommonPass.

    Swiss già aveva iniziato una sperimentazione interna, infatti da metà marzo per la rotta Newark (USA) – Zurigo e da aprile per Spagna e Portogallo c’è la possibilità di caricare i risultati del test negativo sul sito ufficiale di Swiss, fino a 12 ore prima dell’inizio del viaggio. Dopo la verifica, il certificato può essere utilizzato come documento ufficiale d’ingresso.

    Speriamo che il Passaporto Sanitario venga adottato in tutta Europa così da snellire il check-in e viaggiare in tutta sicurezza.

    American Express Oro
    • Quota gratuita il primo anno e per sempre se si spendono 12k euro all'anno
    • Voucher viaggi: 50€ per i tuoi viaggi ogni anno da spendere su americanexpress.it/viaggi
    • Priority PassTM: Carta Oro ti offre l'iscrizione gratuita al Programma Priority Pass e due ingressi gratuiti ogni anno, entrambi per te o per te e un tuo accompagnatore
    • Assicurazione inconvenienti e infortuni di viaggio: sarai tutelato in caso di ritardata consegna del bagaglio oppure ritardo o cancellazione del volo
    • Protezione d'Acquisto: tutela per 90 giorni fino a 2.600€ sugli acquisti effettuati con Carta (escluse alcune categorie merceologiche), in caso di furto o danneggiamento del bene
    Quota gratuita il 1° anno e gratis ogni anno successivo se si spendono 12k €
    Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Consulta le Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori di Blu American Express e i Fogli Informativi di Carta Verde e di Carta Oro su americanexpress.it/terminiecondizioni. L’approvazione delle Carte è a discrezione di American Express. La gratuità annuale della quota di Carta Oro e di Carta Verde è subordinata al raggiungimento di specifiche soglie di spesa annuali.