Notizie

Obbligo vaccinale per accedere in Spagna: ecco per quali Paesi vale

Ancora una volta le regolamentazioni d’accesso e circolazione di molti Paesi d’Europa stanno mutando. Si teme l’effetto delle varianti con…

Ancora una volta le regolamentazioni d’accesso e circolazione di molti Paesi d’Europa stanno mutando. Si teme l’effetto delle varianti con l’arrivo delle stagioni fredde. All’elenco si può aggiungere la Spagna, che non ha vissuto un agosto semplice. Si è registrato un abbassamento dell’età media dei ricoverati in terapia intensiva e, in generale, l’alleggerimento delle misure di sicurezza ha portato a una difficoltà di gestione e controllo. Si può dire, dunque, che lo scorso mese abbia avuto inizio la quinta ondata in terra spagnola.

Si è dunque deciso di correre ai ripari a partire da settembre, volgendo lo sguardo a svariate tipologie di turisti. Per un gran numero di Paesi si è deciso di attuare un sistema restrittivo. L’accesso ai territori spagnoli sarà vietato a tutti coloro non in grado di fornire una prova di vaccinazione valida. Esistono eccezioni? Ad oggi soltanto una ed è relativa ai viaggiatori d’età inferiore ai 12 anni.

Spagna, l’Italia è tra i Paesi ad alto rischio

Ogni 7 giorni il governo spagnolo aggiorna la lista dei Paesi ritenuti ad alto rischio contagio. L’Italia vi rientra in pieno, salvo una regione. Il nuovo obbligo d’accesso con prova di vaccinazione va di fatto a sostituire il più permissivo regolamento precedente. Fino a poco tempo fa si poteva accedere sia con la prova di vaccinazione che con un test Covid-19 negativo, effettuato nelle precedenti 72 ore.

I turisti dovranno, dunque, presentare un QR code generato dal portale “Spain Travel Health”. Verranno richiesti i seguenti dati:

  • nome
  • cognome
  • e-mail
  • numero di passaporto
  • dettagli del volo
  • info sulla vaccinazione (tipo, area e medico responsabile)

Spagna, la lista dei Paesi a rischio


Nella prima settimana di settembre, la Spagna ha deciso di aggiornare la propria lista dei Paesi ritenuti ad alto rischio. Ciò ha portato Italia e Francia a rientrare interamente nell’elenco, senza eccezioni. Cosa vuol dire tutto ciò? La risposta è semplice ed è la stessa che ogni turista USA si è sentito dare in questa fase: occorre essere vaccinati.

Come detto, però, le cose cambiano di settimana in settimana. La lista dei Paesi a rischio viene aggiornata con cadenza settimanale, un po’ come accadeva con i colori regionali nel nostro territorio. Così a metà settembre si è operato un cambio, che di fatto escludeva soltanto la Valle d’Aosta dalla fascia critica.

Madrid - Spagna

La seguente lista risulta valida dalla mezzanotte del 20 settembre fino alle 23.59 del 26 settembre. Ecco le regioni d’Italia a rischio:

  • Basilicata
  • Calabria
  • Marche
  • Sardegna
  • Sicilia
  • Toscana
  • Abruzzo
  • Campania
  • Emilia-Romagna
  • Friuli-Venezia Giulia
  • Lazio
  • Liguria
  • Lombardia
  • Molise
  • Piemonte
  • Provincia Autonoma di Bolzano
  • Provincia Autonoma di Trento
  • Puglia
  • Umbria
  • Veneto

Soltanto i provenienti dalla Valle d’Aosta, dunque, potranno accedere in Spagna presentando uno di questi tre tipi di documenti:

  • attestato di vaccinazione
  • attestato di guarigione
  • tampone negativo effettuato nelle ultime 72 h

Una prova di vaccinazione sarà invece l’unico modo per approdare in Spagna dalle altre regioni d’Italia e dai seguenti Paesi d’Europa:

  • Austria
  • Belgio
  • Bulgaria
  • Croazia
  • Cipro
  • Danimarca
  • Estonia
  • Finland (Helsinki-Uusimaa, Etelä-Suomi, Länsi-Suomi e Pohjois- ja ItäSuomi)
  • Francia
  • Germania
  • Grecia
  • Ungheria (Budapest)
  • Islanda
  • Irlanda
  • Italia (tranne la Valle d’Aosta)
  • Lettonia
  • Liechtenstein
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Malta
  • Norvegia
  • Portogallo (sia il continente che la regione autonoma di Madeira)
  • Romania (Bucarest-Ilfov, Nord-Est, Nord-Ovest, Sud-Est, Sud-Muntenia,
  • Sud-Ovest Oltenia e Ovest)
  • Slovacchia (Bratislava kraj e Východné Slovensko)
  • Slovenia
  • Svezia
  • Paesi Bassi

E per quanto riguarda il resto del mondo? Diciamo che si fa prima a elencare i Paesi non a rischio, così come segnalati dal Ministero della Salute spagnolo:

  • Australia
  • Bosnia Erzegovina
  • Canada
  • Cina
  • Giordania
  • Nuova Zelanda
  • Qatar
  • Moldavia
  • Arabia Saudita
  • Singapore
  • Corea del Sud
  • Ucraina
  • Uruguay
  • Hong Kong
  • Macao
  • Taiwan

American Express Oro
  • Cashback di 250€ spendendo 4000€ nei primi 180 gg
  • Quota gratuita il primo anno
  • Voucher viaggi: 50€ per i tuoi viaggi ogni anno da spendere su americanexpress.it/viaggi
  • Priority PassTM: Carta Oro ti offre l'iscrizione gratuita al Programma Priority Pass e due ingressi gratuiti ogni anno, entrambi per te o per te e un tuo accompagnatore
  • Assicurazione inconvenienti e infortuni di viaggio: sarai tutelato in caso di ritardata consegna del bagaglio oppure ritardo o cancellazione del volo
  • Protezione d'Acquisto: tutela per 90 giorni fino a 2.600€ sugli acquisti effettuati con Carta (escluse alcune categorie merceologiche), in caso di furto o danneggiamento del bene
Cashback da 250€ + Quota gratuita il 1° anno
Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Consulta le Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori di Blu American Express e i Fogli Informativi di Carta Verde e di Carta Oro su americanexpress.it/terminiecondizioni. L’approvazione delle Carte è a discrezione di American Express. La gratuità annuale della quota di Carta Oro e di Carta Verde è subordinata al raggiungimento di specifiche soglie di spesa annuali.