Notizie

Il passaporto italiano è il terzo più potente del mondo

Il nuovo rapporto pubblicato dalla società Henley & Partners sottolinea come il Covid-19 abbia avuto un impatto enorme sul divario…

Il nuovo rapporto pubblicato dalla società Henley & Partners sottolinea come il Covid-19 abbia avuto un impatto enorme sul divario tra passaporti. Si fa riferimento al “peso” che tale documento vanta a seconda del Paese cui fa riferimento. È stato segnato un nuovo apice nella distanza tra le parti analizzate, andando a modificare in maniera sostanziale un generale equilibrio che perdurava dal 2006. Letta una notizia del genere, la prima domanda che ci si pone è: qual è la posizione dell’Italia? Il nostro passaporto è per ora nella Top 10.

Travel Pass IATA

La classifica dei passaporti

La società Henley & Partners, con sede a Londra, ha stilato la lista dei passaporti più “forti” al mondo, tramite l’Henley Passport Index. Qualcosa che oggi ha particolarmente valore, considerando le limitazioni dovute alla pandemia in atto. Occorre sottolineare, però, come la classifica non tenga in alcun modo conto delle restrizioni temporanee.

Qual è il metro di giudizio per questa particolare lista? L’elemento cruciale è rappresentato dalla capacità di un passaporto di aprire le porte di un dato Paese senza l’utilizzo di un visto. In vetta vi troviamo Giappone e Singapore, con l’Europa che domina largamente il resto della Top 10.

L’Italia trova spazio nella parte alta di questa mini lista iniziale. Siamo terzi, alla pari di Finlandia, Spagna e Lussemburgo per numero di destinazioni. Si può dire, dunque, che ottenere questo documento nel nostro Paese equivalga ad averne in tasca uno tra i più “sicuri” sul pianeta.

Classifica passaporti

Passaporto italiano

È di certo utile dare uno sguardo approfondito al passaporto italiano e alle sue potenzialità. Sono appena 38 i Paesi nel mondo dove ci si richiede un visto. E in questo caso siamo al secondo posto in Europa, con la sola Germania che ha la meglio su di noi, e lo fa per un singolo Paese. Si tratta nello specifico della Mongolia.

Perché questa classifica è ora più importante che mai? La pandemia ha cambiato le carte in tavola, congelando i pronostici relativi ad un possibile aumento dei tassi di mobilità globale. Si riteneva che la libertà di viaggio sarebbe aumentata notevolmente, offrendo maggiore scelta ai titolari di passaporti più forti.

Discorso rinviato, ovviamente. Lentamente, però, le limitazioni attuate saranno eliminate e rientrare nella Top 10 consente d’avere una visione ampia e serena sulle proprie chance di viaggio in giro per il mondo.

Cos’è cambiato

Nell’arco di un anno lo status del passaporto italiano è migliorato, seppur di poco. Il documento è ora al terzo posto di questa classifica, avendo aggiunto un Paese a quelli accessibili senza visto. Henley & Partners ha provveduto ad aggiornare il novero da 188 a 189. Ecco l’elenco completo:

  • Oceania: Australia, Kiribati, Micronesia, Isole Palau, Samoa, Tonga, Vanuatu, Fiji, Isole Marshall, Nuova Zelanda, Papua Nuova Guinea, Isole Solomon, Tuvalu
  • Medio Oriente: Armenia, Iran, Israele, Kuwait, Oman, Qatar, Emirati Arabi Uniti, Bahrain, Iraq, Giordania, Libano, Territori palestinesi, Arabia Saudita
  • Europa: Albania, Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Finlandia, Georgia, Grecia, Islanda, Kosovo, Liechtenstein, Lussemburgo, Moldavia, Montenegro, Macedonia del Nord, Polonia, Romania, Serbia, Slovenia, Svezia, Turchia, Regno Unito, Andorra, Bielorussia, Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Repubblica Ceca, Estonia, Francia, Germania, Ungheria, Irlanda, Lettonia, Lituania, Malta, Monaco, Paesi Bassi, Norvegia, Portogallo, San Marino, Slovacchia, Spagna, Svizzera, Ucraina, Città del Vaticano
  • Caraibi: Antigua e Barduda, Barbados, Repubblica Dominicana, Haiti, St. Kitts e Nevis, St. Vincent e Grenadine, Bahamas, Dominica, Grenada, Jamaica, St. Lucia, Trinidad e Tobago
  • Asia: Bangladesh, Cambogia, Indonesia, Kazakistan, Laos, Malesia, Myanmar, Pakistan, Singapore, Sri Lanka, Tajikistan, Timor-Leste, Vietnam, Brunei, Hong Kong, Giappone, Kirghizistan, Macao, Maldive, Nepal, Filippine, Corea del Sud, Taiwan, Tailandia, Uzkekistan
  • America: Argentina, Bolivia, Canada, Colombia, Ecuador, Guatemala, Honduras, Nicaragua, Paraguay, Stati Uniti, Venezuela, Belize, Brasile, Cile, Costa Rica, El Salvador, Guyana, Messico, Panama, Perù, Uruguay
  • Africa: Botswana, Capo Verde, Egitto, Etiopia, Gambia, Lesotho, Malawi, Mauritius, Mozambico, Ruanda, Senegal, Sierra Leone, Sud Africa, Togo, Uganda, Zimbabwe, Burkina Faso, Isole Comores, Eswatini, Gabin, Guinea, Madagascar, Mauritania, Marocco, Namibia, Sao Tome e Principe, Seychelles, Somalia, Tanzania, Tunisia, Zambia

Passaporti più forti, la Top 10

  1. Giappone, Singapore – 192 destinazioni
  2. Corea del Sud, Germania – 190 destinazioni
  3. Italia, Finlandia, Spagna, Lussemburgo – 189 destinazioni
  4. Danimarca, Austria – 188 destinazioni
  5. Svezia, Francia, Portogallo, Paesi Bassi, Irlanda – 187 destinazioni
  6. Belgio, Nuova Zelanda, Svizzera – 186 destinazioni
  7. Repubblica Ceca, Grecia, Malta, Norvegia, Regno Unito, Stati Uniti– 185 destinazioni
  8. Australia, Canada – 184 destinazioni
  9. Ungheria – 183 destinazioni
  10. Lituania, Estonia, Slovenia – 182 destinazioni

Passaporti più deboli

  1. Corea del Nord – 39 destinazioni
  2. Territori palestinesi, Nepal – 37 destinazioni
  3. Somalia – 34 destinazioni
  4. Yemen – 33 destinazioni
  5. Pakistan – 31 destinazioni
  6. Siria – 29 destinazioni
  7. Iraq – 28 destinazioni
  8. Afghanistan – 26 destinazioni
American Express Oro
  • Quota gratuita il primo anno poi 14€/mese
  • Voucher viaggi: 50€ per i tuoi viaggi ogni anno da spendere su americanexpress.it/viaggi
  • Priority PassTM: Carta Oro ti offre l'iscrizione gratuita al Programma Priority Pass e due ingressi gratuiti ogni anno, entrambi per te o per te e un tuo accompagnatore
  • Assicurazione inconvenienti e infortuni di viaggio: sarai tutelato in caso di ritardata consegna del bagaglio oppure ritardo o cancellazione del volo
  • Protezione d'Acquisto: tutela per 90 giorni fino a 2.600€ sugli acquisti effettuati con Carta (escluse alcune categorie merceologiche), in caso di furto o danneggiamento del bene
Quota gratuita il primo anno