Una vacanza da urlo, ecco come sfruttare il megabonus di benvenuto della American Express Platino - The Flight Club
American Express

Una vacanza da urlo, ecco come sfruttare il megabonus di benvenuto della American Express Platino

Molto spesso mi chiedono il modo migliore per usare i punti membership rewards di American Express, ecco un esempio

Uno dei modi più semplici per accumulare punti, tanti e gratis ogni anno, è di convincere gli amici e i parenti a diventare titolari di una carta di credito American Express. Ogni anno si possono infatti mettere in tasca ben 300mila punti Membership Rewards grazie alla promozione presenta un amico.

In questo articolo:

    Ad essere premiato però non è solo chi presenta il cliente, ma anche il nuovo titolare. E’ una classica situazione win/win, dove vincono entrambi i protagonisti.


    L’offerta è solitamente molto più generosa rispetto alla promo standard disponibile sul sito, in questo momento regala 180mila punti MR al nuovo titolare e 50k punti al presentatore. Oggi voglio raccontare di come ho convinto Luca, un mio amico, a diventare titolare della American Express Platino ad una sola condizione: organizzargli un viaggio da sogno ad inizio 2023 senza pagare nulla o quasi, usando i punti del bonus di benvenuto.

    Come funziona il bonus di benvenuto

    Non importa quale sia l’offerta, quasi tutte le carte American Express promettono ai nuovi titolari di ottenere un bonus al raggiungimento di una soglia minima di spesa, che varia a seconda dell’offerta e della tipologia di carta. In questo caso il premio era di 180mila punti Membership Rewards in cambio di una spesa minima di 4000 euro nei primi 90 giorni dall’emissione della carta.

    Cerchi un amico che ti aiuti a creare il tuo itinerario perfetto? Scrivimi e sarò lieto di aiutarti in tutta la procedura

    Non importa quanto sia alto il minimum spending, è importante calcolare bene quando richiedere la carta proprio in vista di una serie di spese “sicure” che si dovranno affrontare e che quindi possono aiutare a raggiungere senza sforzo il primo obiettivo. Perchè, al contrario, mancare la spesa minima è uno degli errori capitali da non fare in questo gioco.

    Nel caso del mio amico, ha richiesto la carta quando era in prossimità del rinnovo dell’assicurazione della macchina e della moto e, soprattutto, quando la lavatrice di casa ha iniziato a dare i primi segnali di cedimento. Le prime due spese erano previste, la seconda era altamente probabile e, visto l’importo, ha deciso di inviare la richiesta usando il mio link di presentazione.

    Quando viene dato il bonus

    Dal momento che si riceve la carta, scatta il conto alla rovescia per raggiungere il minimo di spesa richiesto dall’offerta sottoscritta. Consiglio sempre di mettersi in agenda la data di scadenza e l’importo da raggiungere, per non avere problemi di sorta. Dal momento in cui si attiva la carta ogni spesa valida permette di accumulare punti Membership Rewards. Ovviamente attivare le varie offerte e sfruttare gli eventuali bonus che permettono di accumulare punti bonus senza spendere nulla di più.

    Al contrario se si presenta l’amico il bonus al presentatore viene dato immediatamente appena viene concessa la nuova carta di credito. Senza condizioni.

    Nel momento esatto in cui viene contabilizzata la spesa che permette di raggiungere l’obiettivo verranno accreditati anche i punti previsti dal welcome bonus. Nel caso del mio amico, grazie alle spese effettuate e ad un paio di promozioni ben sfruttate, si è trovato, dopo meno di 2 mesi, con oltre 200 mila punti sul conto.

    Come abbiamo reinvestito i punti accumulati

    L’obiettivo del mio amico era quello di volare nel sudest asiatico, sfruttando il più possibile le opportunità di scali lunghi e stopover per visitare più posti, i benefit della carta per spendere il meno possibile e avere la conversione migliore.

    Un biglietto di sola andata può costare con Finnair 45k punti Avios, ovvero 56.250 punti MR, a cui aggiungere poco meno di 32€ di tasse, oppure 35mila punti Asiamiles (45k mila punti MR) e poco meno di 350€ in tasse e volare con Qatar sempre in Thailandia.

    La scelta è caduta sulla compagnia finlandese, per il minor esborso in termini di tasse e le  quasi 18 ore di scalo. Grazie a questa sosta lunga sarà possibile trascorrere una serata in compagnia di amici ad Helsinki.

    A Bangkok, Luca dormirà al DoubleTree Sukhumvit per sfruttare i benefit collegati allo status Gold nel programma fedeltà di Hilton Honors incluso nella carta Platino, e scontare il voucher da 150€ sul totale della prenotazione. Senza dimenticare la promozione che regala 10 punti MR ogni euro speso sul sito viaggi di American Express, promo che ha permesso di guadagnare quasi 3000 punti bonus.

    Dopo Bangkok sarà la volta di Bali, non prima però di aver trascorso qualche giorno a Singapore. Luca voleva assolutamente tuffarsi nella piscina del Marina Bay Sands e fare visita agli Universal Studios visto che è un grande appassionato di parchi divertimento. Il resto del soggiorno ho prenotato il nuovissimo Hilton Singapore, con i punti guadagnati in 4 notti. Grazie a delle promozione e ai punti bonus, prevedo che Luca accumulerà non meno di 15mila punti Hilton Honors.

    Per volare a Bali ho prenotato per lui un biglietto usando i punti Krisflyer del programma fedeltà di Singapore Airlines. Il costo finale per i biglietti da Bangkok a Singapore e da Singapore a Bali è stato di 25k punti, ovvero 37.500 punti MR a cui aggiungere circa 50€ di tasse. Era possibile comprare i biglietti separatamente, risparmiando 2500 punti Krisflyer, ma in questo caso sarebbero quasi raddoppiate le tasse.

    Il bello di Bali, come in tutta l’Asia, è che si può spendere da pochi euro a migliaia di euro a notte. Essendo single e non avendo grandi necessità ho spiegato che uno dei modi migliori per dormire sull’isola era usare i punti Hilton Honors in combinata con lo status Gold che regala la colazione e, spesso, anche un upgrade di stanza.

    Prenotare all’Hilton Garden Inn Bali Ngurah Rai costa mediamente 40€ a notte, soggiornare usando i punti e sfruttando una notte gratis ogni 4 prenotate costa ancora meno, ovvero nulla.

    Per le 10 notti il costo è quindi di solo 40 mila punti Hilton Honors. Punti che Luca accumulerà in questi mesi sfruttando ad esempio il bonus per i nuovi iscritti da 4500 punti o la possibilità di fare punti tripli durante tutta l’estate. In ogni caso sarà sempre possibile trasferire punti MR verso il programma Hilton Honors, ma dubito che Luca dovrà “sprecarli” in questo modo.

    Il volo successivo con Cathay Pacific sarà da Bali ad Hong Kong, al costo di 10mila punti AsiaMiles (ovvero 12.500 punti MR) oltre a 55€ di tasse. Al momento questa è l’unica incognita del viaggio ,dato che le frontiere dell’ex protettorato britannico sono ancora praticamente chiuse. Mancano ancora 8 mesi quindi c’è speranza che nel mentre le cose cambino.

    L’ultima tappa, prima del ritorno a casa, sarà il Giappone. Anche in questo caso le frontiere non sono ancora aperte, ma il bello dei biglietti premio è che sono superflessibili e quindi è possibile cancellarli con delle minime penali, se previste.

    Un biglietto da Hong Kong a Tokyo costa dai 10 ai 15 mila punti Asia Miles (ovvero meno di 20k punti MR), oltre a circa 70 euro di tasse. In questo caso abbiamo optato per un biglietto con scalo a Seoul e da qui ripartire per Haneda. Volendo era possibile inserire anche uno stop-over gratuito o pescare un volo diretto allo stesso prezzo.

    L’ultima tappa, quella del ritorno a casa, sarà operata a bordo di due voli British Airways, al costo di 35k punti Asiamiles, ovvero 45k punti MR e 350 euro di tasse e supplementi. Volendo qui ci sono molte opzioni per volare con diverse compagnie come Finnair, JAL, Cathay oltre a BA, ho scelto questa per rispondere anche alla voglia di volare con il numero maggiore di compagnie aeree.

    Riassumendo costi ed itinerario

    1. Milano/Bangkok con Finnair 56.250 punti MR e 32 euro di tasse
    2. Bangkok Singapore e Singapore Bali con Singapore Airlines 37.500 punti MR e 50€ di tasse
    3. Bali Hong Kong con Cathay Pacific 12.500 punti MR e 55€ di tasse
    4. Hong Kong Tokyo con Cathay Pacific e JAL 20mila punti MR e 70€ di tasse
    5. Tokyo Milano con British Airways 45k punti MR e 350€ di tasse

    Volendo avanzano ancora circa 30mila punti, oltre quelli che saranno guadagnati nel frattempo. Punti che potrebbero essere usati per pagare gli hotel o semplicemente tenuti in cassaforte in vista del prossimo viaggio.

    Cerchi un amico che ti aiuti a creare il tuo itinerario perfetto? Scrivimi e sarò lieto di aiutarti in tutta la procedura

    American Express Oro
    • Quota gratuita il primo anno
    • 200 euro di cashback
    • Voucher viaggi: 50€ per i tuoi viaggi ogni anno da spendere su americanexpress.it/viaggi
    • Priority PassTM: Carta Oro ti offre l'iscrizione gratuita al Programma Priority Pass e due ingressi gratuiti ogni anno, entrambi per te o per te e un tuo accompagnatore
    • Assicurazione inconvenienti e infortuni di viaggio: sarai tutelato in caso di ritardata consegna del bagaglio oppure ritardo o cancellazione del volo
    • Protezione d'Acquisto: tutela per 90 giorni fino a 2.600€ sugli acquisti effettuati con Carta (escluse alcune categorie merceologiche), in caso di furto o danneggiamento del bene
    Quota gratuita il 1° anno + 200 € di cashback
    Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Consulta le Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori di Blu American Express e i Fogli Informativi di Carta Verde e di Carta Oro su americanexpress.it/terminiecondizioni. L’approvazione delle Carte è a discrezione di American Express. La gratuità annuale della quota di Carta Oro e di Carta Verde è subordinata al raggiungimento di specifiche soglie di spesa annuali.