Non sei mai stato in Giappone? Ecco come organizzare il viaggio quando riapriranno le frontiere - The Flight Club
Guide

Non sei mai stato in Giappone? Ecco come organizzare il viaggio quando riapriranno le frontiere

Dubbi su come organizzare il viaggio in Giappone? In questo articolo, scopriremo come poter organizzare la propria futura vacanza verso…

Dubbi su come organizzare il viaggio in Giappone? In questo articolo, scopriremo come poter organizzare la propria futura vacanza verso il Giappone senza troppe problematiche, anche per la prima volta.

In questo articolo:

    Non vogliamo essere tendenziosi nel dire che in questo momento è possibile organizzare liberamente il proprio viaggio verso il Paese del Sol Levante, ma soltanto ad alcune condizioni.

    Ad oggi infatti, dal 20 giugno 2022, si può entrare in Giappone ma con una serie di requisiti molto stringenti:

    • Solo con viaggi di gruppo, organizzati da Tour Operator locali
    • Con una guida che ti porterà solo in alcune zone già concordate del Giappone
    • Indossando la mascherina FFP2 per tutto il tuo viaggio
    • Test Covid-19 negativo (effettuato a 72 ore dalla partenza)
    • Compilazione di un questionario digitale
    • Presentazione di un certificato valido delle vaccinazioni che sia tradotto
    • Applicazione di monitoraggio MySOS

    Per le informazioni aggiuntive, ti invitiamo, per evitare il rischio di restare bloccato in aeroporto, di consultare il Ministero della Salute, del Lavoro e del Welfare e il sito Viaggiare sicuri.

    Per l’Italia, facendo parte dei Paesi delle categoria elencata come “blu”, ovvero con meno rischio di contrarre il Covid-19, non è necessario sottoporsi a test all’arrivo né alla quarantena.

    L’ingresso in Giappone dunque risulta ancora molto complesso e soprattutto non libero. Leggiamo da fonti ufficiali, che l’agenzia giapponese JTA, ha imposto che le guide turistiche, dovranno vigilare sui turisti rispettando le norme.

    Dichiarazioni di Fumio Kishida, segno di riapertura?

    In questo momento così complicato Fumio Kishida, premier giapponese, si sta impegnando in modo molto ligio, per una riapertura a fasi.

    Il livello di accettazione dei turisti è comunque molto basso, da sondaggio per i giapponesi, perciò sembra che prima delle elezioni di luglio 2022 della Camera Alta, non ci saranno ulteriori opportunità per i turisti.

    Come si fa ad organizzare un viaggio in Giappone da neofiti?

    Ebbene, non è impossibile, ma ci sono alcune accortezze che a nostro avviso vanno attenzionate. La caratteristica principale di qualsiasi viaggio che si rispetti è senza dubbio l’attenzione alla sicurezza e alla propria salute.

    Vediamo quindi alcuni tips su come organizzare un viaggio un Giappone.

    Prima di tutto, per una progettazione più attiva e attenta, ti consigliamo di comprendere quanti giorni dovrai passare in Giappone. Da qui partirà l’organizzazione minuziosa del tuo viaggio.

    La stagione

    Progettare un viaggio in Giappone vuol dire anche comprendere quale sia la stagione migliore per andarci. Dal nostro punto di vista, i mesi più godibili sono da settembre a giugno. La preferenza potrebbe andare ad esempio sulla primavera per via dell’hanami. Ma nel caso in cui tu abbia a disposizione solo il periodo estivo, non preoccuparti, potresti essere fortunato e, anche se accaldato, visitare comunque dei posti unici. In estate ci sono tantissimi festival, tutti da scoprire!

    Biglietto aereo, quando acquistarlo?

    Hai sicuramente avuto modo di leggere le nostre esperienze di volo e comprenderai quanto sia importante prenotare al momento giusto. Abbiamo scritto proprio un articolo su come trovare voli low cost.

    Prima della pandemia, i prezzi dei biglietti aerei per volare dall’Italia al Giappone partivano da un minimo di 380 euro. In questo momento, i giochi sulle tratte non sono ancora compiuti, è possibile trovare dei voli da 500 euro per la classe Economy.

    Assicurazione di viaggio

    Dopo aver pensato al biglietto aereo, scoglio molto importante soprattutto per la decisione delle date, è necessario pensare all’assicurazione di viaggio. Abbiamo avuto esperienze dirette con fan che ci hanno scritto, che senza avrebbero passato dei brutti quarti d’ora! Questo perché la nostra copertura sanitaria, ovviamente, non arriva in Giappone ed è opportuno acquistare un’assicurazione di viaggio.

    Non staremo qui a dirti quale sia la migliore, l’importante è avere una copertura sufficiente per i giorni nei quali rimarrai in Giappone. Inoltre con alcune carte prepagate o con carte di credito, in base al piano che adotterai, sarà inclusa nel prezzo. Informati bene e potresti risparmiare parecchio e accumulare punti utili!

    E.T. Telefono casa?!

    E’ importante anche avere un modo per raggiungere i tuoi cari in Italia, per visionare Google Maps o banalmente la mappa della metro di Tokyo. Come fare? La tua sim in Giappone non funzionerà perché l’abbonamento non è supportato, dunque ti consigliamo di affidarti a una Sim che potrai acquistare in un distributore già in aeroporto.

    Oppure potrai acquistare un pratico Pocket-Wi-Fi per i giorni nei quali resterai in Giappone. Il Pocket Wi-fi, altro non è che una scatolina modem portatile con una sim giapponese, alla quale potrai agganciare il tuo telefono con la tua sim e quindi connetterti. Potrai chiamare casa utilizzando l’app che preferisci.

    Il costo può variare, mediamente per 30 giorni potresti spendere dai 60 ai 100 euro! E’ un costo da includere, poiché non è consigliato utilizzare il Wi-fi presente in numerosi punti delle città o caffè per via di hacker e illegalità informatica. Per usare Wi-fi in giro per le città, ti consigliamo di acquistare un VPN, schermerà i tuoi dati e non avrai problemi.

    Hotel

    Potrai scegliere tra diverse soluzioni in base alle tue aspettative e ai tuoi standard. Gli standard offerti dai giapponesi sono molto alti dalle 3 stelle in su. Ti consigliamo di scegliere di fare un’esperienza completa, soggiornando anche in un ryokan, una tipica location giapponese, con all’interno spesso servizi aggiuntivi come onsen e colazioni tipiche.

    La scelta dell’hotel è personale e dipende da che livello di comfort sei disposto a raggiungere e quanto budget hai destinato a questa parte.

    Concludendo

    Ognuna di queste informazioni ti aiuterà in modo sereno ad organizzare il tuo viaggio. Sono tips utili e semplici da cogliere per vivere un’esperienza unica ma con accortezza. Del resto stiamo andando dall’altra parte del mondo e abbiamo la necessità di organizzare tutto nel dettaglio! Per rimanere aggiornato su eventuali novità, non esitare a seguirci sui social.

    American Express Oro
    • Quota gratuita il primo anno
    • 250 euro di cashback
    • Voucher viaggi: 50€ per i tuoi viaggi ogni anno da spendere su americanexpress.it/viaggi
    • Priority PassTM: Carta Oro ti offre l'iscrizione gratuita al Programma Priority Pass e due ingressi gratuiti ogni anno, entrambi per te o per te e un tuo accompagnatore
    • Assicurazione inconvenienti e infortuni di viaggio: sarai tutelato in caso di ritardata consegna del bagaglio oppure ritardo o cancellazione del volo
    • Protezione d'Acquisto: tutela per 90 giorni fino a 2.600€ sugli acquisti effettuati con Carta (escluse alcune categorie merceologiche), in caso di furto o danneggiamento del bene
    Quota gratuita il 1° anno + 250 € di cashback
    Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Consulta le Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori di Blu American Express e i Fogli Informativi di Carta Verde e di Carta Oro su americanexpress.it/terminiecondizioni. L’approvazione delle Carte è a discrezione di American Express. La gratuità annuale della quota di Carta Oro e di Carta Verde è subordinata al raggiungimento di specifiche soglie di spesa annuali.