Quattro modi + 1 per avere un upgrade in prima classe o in business class - The Flight Club
Guide

Quattro modi + 1 per avere un upgrade in prima classe o in business class

Uno degli articoli più letti ultimamente sul nostro sito è quello relativo a come sono riuscito ad ottenere un upgrade…

Uno degli articoli più letti ultimamente sul nostro sito è quello relativo a come sono riuscito ad ottenere un upgrade in La Premiere, ovvero la esclusivissima prima classe a bordo di Air France. Molto interesse lo ha suscitato anche l’articolo che spiegava l’asta di ITA Airways per vincere i posti di business class. Ho così deciso di fare un piccolo riassunto delle quattro modalità che esistono per ottenere un upgrade in una classe di viaggio migliore rispetto a quella prenotata.

In questo articolo:

    PS Spoiler alert, essere vestiti bene e sembrare ricchi influencer non è una delle possibilità

    #1 Pagare cash dopo aver comprato il biglietto


    Ogni compagnia ha le proprie regole quando si tratta di upgrade a pagamento. Le regole non riguardano solo quando è possibile pagare per effettuare l’upgrade, ma anche le classi  che sono valide per procedere all’acquisto del nuovo biglietto. Ci sono vettori che propongono questa opportunità a tutti i passeggeri, a partire da un certo lasso di tempo prima della partenza del volo; altri, come Air France, invece permettono di sfruttare questa opzione solo nel momento in cui si apre il check-in online.

    E’ sempre possibile chiedere un upgrade in questa modalità, anche direttamente in aeroporto ai banchi del check-in o al gate. Il personale delle compagnie è formato e sa benissimo che deve cercare di massimizzare i ricavi di ogni singolo volo, anche facendo proposte direttamente dagli altoparlanti del gate in attesa che si apra l’imbarco.

    Questa è in assoluto la modalità più semplice, ma anche quella che ha le incognite maggiori. Ad esempio se si è comprato un biglietto iperscontato non è detto che la cifra richiesta per l’upgrade sia inferiore al prezzo ex novo di un nuovo biglietto. Il consiglio è sempre quello di fare bene i conti.

    #2 Pagare con le miglia dopo aver comprato il biglietto

    Questa è una modalità molto semplice e le compagnie che la offrono, ad esempio Emirates, indicano già in fase di vendita del biglietto se la tariffa prevede la possibilità di fare upgrade con i punti/miglia e l’eventuale costo.

    Ovviamente il prezzo varia in base alla classe del biglietto acquistato e non tutte le tariffe hanno accesso a questa possibilità. Se si vuole usare questa strategia, le cose da sapere sono essenzialmente due:

    1. Prima di scegliere il volo bisogna assicurarsi che ci sia posto in business class e avere il sufficiente numero di punti/miglia pronti sul conto da usare
    2. Fare bene i conti sul valore che avranno i punti che andremo ad utilizzare

    Il punto 1 è importante perchè ci sono compagnie, ad esempio Virgin Atlantic, che consentono l’upgrade con le miglia ma solo se sul volo scelto sono disponibili posti premio nella classe richiesta. Altre compagnie vincolano l’upgrade, ad esempio, al passeggero che ha un livello élite nel programma fedeltà.

    #3 Vincere un biglietto all’asta

    Ci sono sistemi, come quello di Plusgrade, che sono usati da tantissime compagnie, ad esempio ITA Airways e Lufthansa. Il servizio è semplice ed è attivo dal momento dell’acquisto del biglietto fino a circa una settimana dalla partenza del volo. Si sceglie la tratta o le tratte per cui si vuole fare un’offerta e circa 24/36 ore prima del volo si riceve la risposta.

    Ci sono poi sistemi misti, come quello usato da SAS che propone al passeggero di fare una offerta in cash o in punti del programma fedeltà. Il funzionamento è il medesimo, solo che all’asta si accede anche offrendo punti e non solo soldi. Ogni compagnia ha anche in questo caso le sue regole. Gli utenti iscritti al programma fedeltà e con uno status élite hanno maggiori chance rispetto ad altri e così via.

    #4 Upgrade a bordo

    Se dopo aver comprato il biglietto e prima di imbarcarsi non si è riusciti ad ottenere i risultati sperati, c’è una ultima opportunità: provarci a bordo dell’aereo. Anche in questo caso non stiamo parlando di fare colpo sul personale di bordo, ma di pagare sempre usando i punti come valuta di bordo per avere accesso ad un posto premium, se libero.

    #5 Avere lo status nel programma fedeltà

    Nei programmi fedeltà americani gli upgrade sono uno dei benefit più importanti, i passeggeri quasi non lo devono nemmeno chiedere perchè è tutto quasi automatico e chi ha uno status elite si trova, se c’è posto, in un sedile migliore praticamente ad ogni volo. In Europa il massimo che si può aspirare, ma sono comunque pochi, sono i voucher per ottenere un upgrade.

    Ad esempio British ne regala 1 a chi raggiunge il livello superiore al Gold nell’Executive Club. Lufthansa li omaggia ai suoi HON. La più generosa in questa classifica è senza dubbio Finnair, che con il suo Finnair Plus regala 4 upgrade a tutti i titolari del livello Gold e ben 6 a chi ottiene la tessera Platinum.

    American Express Oro
    • Quota gratuita il primo anno
    • 200 euro di cashback
    • Voucher viaggi: 50€ per i tuoi viaggi ogni anno da spendere su americanexpress.it/viaggi
    • Priority PassTM: Carta Oro ti offre l'iscrizione gratuita al Programma Priority Pass e due ingressi gratuiti ogni anno, entrambi per te o per te e un tuo accompagnatore
    • Assicurazione inconvenienti e infortuni di viaggio: sarai tutelato in caso di ritardata consegna del bagaglio oppure ritardo o cancellazione del volo
    • Protezione d'Acquisto: tutela per 90 giorni fino a 2.600€ sugli acquisti effettuati con Carta (escluse alcune categorie merceologiche), in caso di furto o danneggiamento del bene
    Quota gratuita il 1° anno + 200 € di cashback
    Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Consulta le Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori di Blu American Express e i Fogli Informativi di Carta Verde e di Carta Oro su americanexpress.it/terminiecondizioni. L’approvazione delle Carte è a discrezione di American Express. La gratuità annuale della quota di Carta Oro e di Carta Verde è subordinata al raggiungimento di specifiche soglie di spesa annuali.