Viaggiare in Europa con il Green Pass: cosa sapere - The Flight Club
Guide

Viaggiare in Europa, Green Pass e non solo: le restrizioni attive

Partire per le vacanze richiede una particolare attenzione quest’anno. È infatti necessario avere con sé tutto il necessario che, a…

Partire per le vacanze richiede una particolare attenzione quest’anno. È infatti necessario avere con sé tutto il necessario che, a partire dall’1 luglio, sarà ridotto a un solo certificato: il Green Pass. Un documento, in versione cartacea o digitale, in grado di accertare lo stato di ogni turista:

  • tampone negativo
  • vaccinato
  • guarito dal Covid con sviluppo di anticorpi

In questo articolo:

    green pass eu

    Foto Multimedia Centre Parlamento Europeo

    Green Pass in Europa: i Paesi pronti

    Tecnicamente pronto Sistema di rilascio e verifica efficace
    Austria
    Belgio
    Bulgaria
    Croazia
    Cipro No
    Repubblica Ceca
    Danimarca
    Estonia
    Finlandia In fase di prova No
    Francia No
    Germania
    Grecia
    Ungheria In fase di prova No
    Irlanda No
    Italia
    Lettonia
    Lituania
    Lussemburgo
    Malta In fase di prova No
    Paesi Bassi No
    Polonia
    Portogallo
    Romania No
    Slovacchia No
    Slovenia No
    Spagna
    Svezia No

    A questi si aggiungono alcuni Paesi al di fuori dell’Ue: Liechtenstein, Svizzera, Islanda e Norvegia. Tutti sono tecnicamente pronti, ma soltanto l’Islanda ha completato il processo di sviluppo del sistema di rilascio e controllo del Green Pass.

    Green Pass: basta una dose?

    Ogni paese decide liberamente se garantire il Green Pass dopo la prima dose o l’inoculazione di entrambe. Ecco le informazioni, ad oggi, rese pubbliche. I tempi che trascorrono tra le due iniezioni possono essere alquanto lunghi. Non è da escludere, in questa fase dell’anno, che ci si ritrovi a viaggiare senza aver completato il proprio ciclo vaccinale. Detto che un tampone negativo può risolvere qualsiasi problema e garantire in ogni caso il Green Pass, è bene sapere come in Italia il certificato si ottenga anche con una sola dose. Ciò potrebbe rivelarsi molto importante in caso di cambi di colore delle varie regioni, oggi prevalentemente in zona bianca.

    Porte aperte anche in Austria, a patto che siano trascorsi almeno 21 giorni (e non più di tre mesi). Stesse tempistiche previste anche da Croazia, Lettonia, Slovacchia e Slovenia. Dello stesso parere sono Cipro e Romania, mentre la Finlandia richiede un test entro 72 ore dall’arrivo, al netto di una prima dose ricevuta da almeno 14 giorni.

    Dove viaggiare in Europa

    Stando alle disposizioni attuali, è consentito viaggiare dall’Italia verso il resto dei paesi dell’Unione Europea senza alcun particolare vincolo. Non è infatti necessario fornire una motivazione alla base dei propri spostamenti. Gli accordi stipulati in Europa tra i vari leader porteranno, senza dubbio, a vacanze prevalentemente all’interno dei confini del vecchio continente. Ecco dov’è possibile muoversi sfruttando il Green Pass come unica forma di “limitazione”, senza l’obbligo di doversi sottoporre a quarantena:

    • Austria
    • Belgio
    • Bulgaria
    • Cipro
    • Croazia
    • Danimarca: ciò include le isole Faer Oer e la Groenlandia
    • Estonia
    • Finlandia
    • Francia: ciò include Guadalupa, Martinica, Guyana, Riunione, Mayotte
    • Germania
    • Grecia
    • Irlanda
    • Lettonia
    • Lituania
    • Lussemburgo
    • Malta
    • Paesi Bassi: esclusi territori al di fuori dell’Europa
    • Polonia
    • Portogallo: ciò include Azzorre e Madeira
    • Repubblica Ceca
    • Romania
    • Slovacchia
    • Slovenia
    • Spagna: ciò include i territori nel continente africano
    • Svezia
    • Ungheria
    • Islanda
    • Norvegia
    • Liechtenstein
    • Svizzera
    • Andorra
    • Principato di Monaco
    • Israele

    Differente il discorso per Regno Unito e Irlanda del Nord, il che comprende Gibilterra, Isola di Man, Isole del Canale e le basi britanniche poste nell’isola di Cipro. Il governo non richiede il Green Pass, ma l’esito negativo di un tampone effettuato nei tre giorni precedenti alla partenza. Si dovrà prima compilare un formulario online (travel locator form), ma soprattutto sottoporsi a un isolamento di 10 giorni.

    La Francia ha scelto di non attendere l’1 luglio per ufficializzare il Green Pass, attivo dal 9 giugno. Ciò consente libero accesso sul territorio, a patto d’aver ricevuto due dosi del vaccino, somministrate da almeno 14 giorni. Tutti gli altri, con età superiore agli 11 anni, dovranno presentare un tampone antigenico negativo effettuato nelle 72 ore precedenti la partenza.

    Porte aperte non solo agli Stati dell’Ue ma anche a viaggiatori provenienti da Australia, Corea del Sud, Israele, Giappone, Libano, Nuova Zelanda e Singapore. Ancora limiti vigenti, invece, per Gran Bretagna e Stati Uniti. Tempi più rapidi anche in Germania, Grecia e Spagna. L’attestazione di vaccinazione basterà a consentire un ingresso privo di limitazioni.

    Green Pass, cosa sapere

    Il Green Pass è un certificato digitale o cartaceo, attivo nei Paesi dell’Ue, al fine di attestare:

    • vaccinazione contro la patologia da Covid-19
    • risultato negativo al test
    • guarigione dal Covid

    Il documento presenta un codice QR, che ne attesta l’autenticità in fase di controllo. È totalmente gratuito e garantito in lingua inglese e nazionale. Il sistema è in atto ed entro il 28 giugno tutti gli aventi diritti dovrebbero aver ricevuto un sms o e-mail con il codice di autentificazione (AUTHCODE) d’avvenuta vaccinazione, di test negativo o di guarigione dal Covid. In questo modo si potrà scaricare il Green Pass dal portale dgc.gov.it, sfruttando l’identità digitale (Spid/Cie) o con tessera sanitaria (o con il documento di identità se non sei iscritto al SSN). È inoltre possibile accedere al proprio Fascicolo Sanitario Elettronico Regionale, così come all’App Immuni o IO. In alternativa si può richiedere la stampa al proprio medico di base.

    American Express Oro
    • Quota gratuita il primo anno
    • 250 euro di cashback
    • Voucher viaggi: 50€ per i tuoi viaggi ogni anno da spendere su americanexpress.it/viaggi
    • Priority PassTM: Carta Oro ti offre l'iscrizione gratuita al Programma Priority Pass e due ingressi gratuiti ogni anno, entrambi per te o per te e un tuo accompagnatore
    • Assicurazione inconvenienti e infortuni di viaggio: sarai tutelato in caso di ritardata consegna del bagaglio oppure ritardo o cancellazione del volo
    • Protezione d'Acquisto: tutela per 90 giorni fino a 2.600€ sugli acquisti effettuati con Carta (escluse alcune categorie merceologiche), in caso di furto o danneggiamento del bene
    Quota gratuita il 1° anno + 250 € di cashback
    Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Consulta le Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori di Blu American Express e i Fogli Informativi di Carta Verde e di Carta Oro su americanexpress.it/terminiecondizioni. L’approvazione delle Carte è a discrezione di American Express. La gratuità annuale della quota di Carta Oro e di Carta Verde è subordinata al raggiungimento di specifiche soglie di spesa annuali.