Notizie

L’Italia blocca i voli dall’India: la nuova variante frena i viaggi

L'Italia blocca i voli dall'India: è questa l'ultima novità in tema trasporto aereo. La situazione in India è sempre più…

L’Italia blocca i voli dall’India: è questa l’ultima novità in tema trasporto aereo.

La situazione in India è sempre più difficile, del resto. Poco ossigeno, il virus corre veloce. E la variante indiana fa paura (tanto più che è già stata rilevata in Italia, in due cittadini veneti d’origine indiana al ritorno dal loro Paese). Da qui, la decisione del Ministro della Salute e del Governo intero.

Una notizia, questa, che arriva proprio nel mese in cui l‘aeroporto di Bergamo Orio al Serio ha lanciato un nuovo volo diretto verso l’India.

L’Italia blocca i voli dall’India: l’annuncio del Governo

“Ho firmato una nuova ordinanza che vieta l’ingresso in Italia a chi negli ultimi 14 giorni è stato in India“: questo l’annuncio di Roberto Speranza sui suoi profili social. Con un milione di casi ogni tre giorni, il Paese asiatico fa paura all’Europa (e non solo). Da qui la decisione: l’Italia blocca i voli dall’India e chi vi è stato negli ultimi 14 giorni è obbligato a sottoporsi a 14 giorni di quarantena. Anche in caso in cui i due tamponi obbligatori (uno nel Paese di partenza, uno in Italia) abbiano dato esito negativo.

La decisione segue quella, identica, presa dalla Germania. “I nostri scienziati sono al lavoro per studiare la nuova variante indiana. Non possiamo abbassare la guardia” ha avvertito il Ministro della Salute. È una mutazione che spaventa, quella che arriva dall’India. Il primo caso in Europa è stato scoperto in Svizzera, in un passeggero che stava transitando in aeroporto. Da qui, la scelta di numerosi Paesi di bloccare i voli in arrivo, imponendo doppio tampone e quarantena a chi in India è stato negli ultimi 14 giorni. L’Italia intende inoltre arginare il problema dei voli con scalo, quelli che nella prima fase dalla pandemia avevano massimizzato la diffusione del virus, quando ancora il “pericolo” arrivava dalla Cina.

In India, peraltro, non si poteva andare per turismo neppure prima che la sua situazione sanitaria peggiorasse. Ora, ecco le limitazioni anche per i cittadini italiani che dall’India tornano (perché originari del Paese, o perché necessitano di andarci per lavoro).

Nuovi voli in stand-by

Con l’Italia che blocca i voli dall’India, anche i nuovi voli tra i due Paesi restano in stand-by. Il Caravaggio Orio al Serio International Airport, importante scalo del nord Italia, aveva presentato proprio ad aprile il suo nuovo collegamento con Amritsar (città dello Pujang, nell’India del nord). Dallo scalo, già da fine 2020 poteva essere raggiunto il Paese asiatico con la compagnia SpiceJet (e con scalo in Georgia, a Tblisi o a Kutaisi). Poi, la notizia del diretto Orio-Amristar.

A bordo di un Airbus A330 con capacità di 460 passeggeri (una volta che le norme anti-Covid verrannomeno), il volo operato da HiFly per conto di SpiceJet partirà di notte nel weekend. E raggiungerà Amritsar, centro culturale e spirituale della religione sikh che – col suo famoso Tempio d’Oro – attira ogni anno fedeli e visitatori.

Ovviamente, tutti i voli per l’India (vecchi e nuovi) sono ora in stand-by. Nell’attesa e nella speranza che la situazione migliori presto.

American Express Platino
  • iscrizione automatica al Club Membership Rewards
  • Fast Track: priorità ai controlli di sicurezza nei principali aeroporti italiani
  • Voucher viaggi: 150€ per i tuoi viaggi ogni anno
  • Servizio viaggi dedicato
  • Iscrizione gratuita al livello Prestige del Programma Priority Pass
  • Iscrizione ai programmi fedeltà delle catene alberghiere e autonoleggio
  • Assicurazione viaggi globale
  • Prevendite per l'acquisto in anteprima dei biglietti per i migliori concerti
  • Protezione d'Acquisto: tutela per 90 giorni fino a 6.000€ sugli acquisti effettuati con Carta
25.000 punti bonus