Volare in Italia, senza super green pass non sarà (quasi) più possibile - The Flight Club
Notizie

Volare in Italia, senza super green pass non sarà (quasi) più possibile

Da lunedì non sarà più possibile prendere un aereo in Italia, o atterrare nel nostro Paese, se non si è…

Da lunedì non sarà più possibile prendere un aereo in Italia, o atterrare nel nostro Paese, se non si è titolari del super green pass. Questo vuol dire che sarà impossibile imbarcarsi se non si è vaccinati o non si è guariti dal covid da meno di 120 giorni. Per chi invece dovrà prendere un volo internazionale valgono le regole del Paese di destinazione e dunque, in linea di massima, basterà il green pass base. L’Italia, infatti, è l’unico stato in Ue ad aver introdotto il certificato verde rafforzato sui mezzi di trasporto.

In questo articolo:

    Quindi sarà possibile, ad esempio, prendere un aereo per andare in vacanza a New York senza avere il super green pass. Ma non si potrà tornare senza aver completato il ciclo vaccinale.

    Cosa cambia da lunedì


    Chi non è vaccinato o guarito dal Covid non solo non potrà più prendere un aereo, ma un qualunque altro mezzo di trasporto pubblico come un treno o un nave, non potrà nemmeno salire su un autobus o in metro. Tutti mezzi su cui attualmente, e fino a domenica 9 gennaio, è concesso accedere con il green pass base, quello che si ottiene con un tampone rapido.

    Il cambio di rotta voluto dal Governo italiano vale per tutti i cittadini al di sopra dei 12 anni che dovranno anche indossare una mascherina Ffp2.

    Se l’Italia è il primo paese ad imporre questo tipo di restrizione per i viaggi a bordo di mezzi di trasporto pubblico, ci sono altre nazioni che hanno iniziato a richiedere ai viaggiatori di fornire la documentazione di aver ricevuto la terza dose di vaccino, il cosiddetto booster.

    La prima destinazione a chiedere il certificato è stata l’isola di Maui nelle Hawaii. Il governo locale impone che per mangiare fuori, andare in palestra e fare altre attività a contatto con il pubblico si sia completamente vaccinati e, se trascorsi i tempi richiesti, si abbia ricevuto anche la terza dose di vaccino.

    Dal 15 gennaio anche per entrare in Francia bisognerà dimostrare di aver ricevuto la terza dose. Il discorso è lo stesso che viene fatto in Italia: se sono trascorsi più di 150 giorni dalla seconda dose, allora sarà necessario avere il booster per potersi recare a Parigi e nelle altre zone della Francia.

    Anche altre nazioni come l’Olanda e Israele stanno andando verso questa direzione ed è probabile che nel giro di qualche settimana tutti gli altri paesi che richiedano prova di vaccinazione per poter viaggiare inseriscano il booster come requisito.

    American Express Oro
    • Quota gratuita il primo anno e per sempre se si spendono 12k euro all'anno
    • Voucher viaggi: 50€ per i tuoi viaggi ogni anno da spendere su americanexpress.it/viaggi
    • Priority PassTM: Carta Oro ti offre l'iscrizione gratuita al Programma Priority Pass e due ingressi gratuiti ogni anno, entrambi per te o per te e un tuo accompagnatore
    • Assicurazione inconvenienti e infortuni di viaggio: sarai tutelato in caso di ritardata consegna del bagaglio oppure ritardo o cancellazione del volo
    • Protezione d'Acquisto: tutela per 90 giorni fino a 2.600€ sugli acquisti effettuati con Carta (escluse alcune categorie merceologiche), in caso di furto o danneggiamento del bene
    Quota gratuita il 1° anno e gratis ogni anno successivo se si spendono 12k €
    Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Consulta le Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori di Blu American Express e i Fogli Informativi di Carta Verde e di Carta Oro su americanexpress.it/terminiecondizioni. L’approvazione delle Carte è a discrezione di American Express. La gratuità annuale della quota di Carta Oro e di Carta Verde è subordinata al raggiungimento di specifiche soglie di spesa annuali.