Addio alle auto nel centro di Parigi: cosa accadrà dal 2024 - The Flight Club
Notizie

Addio alle auto nel centro di Parigi: cosa accadrà dal 2024

Parigi, come tutte le grandi metropoli al mondo, è in costante evoluzione. Il nuovo cambiamento radicale annunciato dalla sindaca Anne…

Parigi, come tutte le grandi metropoli al mondo, è in costante evoluzione. Il nuovo cambiamento radicale annunciato dalla sindaca Anne Hidalgo riguarda il problema della congestione cittadina dovuta al traffico. Il centro può diventare un vero inferno, soprattutto in certi periodi dell’anno. Per quanto il ritorno del turismo sia una manna dal cielo dopo due anni martoriati dal Covid, si deve puntare a rendere il cuore della capitale più vivibile possibile, soprattutto per i residenti.

In questo articolo:

    A partire dal 2024, dunque, saranno in vigore delle misure che regoleranno il transito delle macchine nei primi quattro arrondissement (distretti), così come in parte del quinto, sesto e settimo. Ciò non vuol dire che si registrerà un totale addio alle auto. Numerose le eccezioni in questa zona a traffico limitato.

    Parigi vietata alle auto, cosa sapere


    L’obiettivo iniziale della sindaca Anne Hidalgo era quello di attuare questo piano di regolamentazione stradale entro il 2022. Ma la data è stata rinviata di due anni, così da consentire un’indagine pubblica e soprattutto uno studio approfondito su quello che potrà essere l’impatto sulla città in seguito ad un intervento di tale portata.

    In che modo sarà possibile accedere nel cuore di Parigi? Ovviamente i pedoni potranno muoversi liberamente. Lo stesso dicasi per i ciclisti. Libera circolazione per i mezzi pubblici e per alcune tipologie di automobilisti. Il Comune mira a un tipo di traffico molto specifico, composto unicamente da persone che devono raggiungere una destinazione nell’area centrale. Oltre ai residenti, potranno circolare commercianti e artigiani con attività presenti nella zona, così come persone dalla mobilità ridotta e chiunque debba recarsi in negozi, musei o altre attività in centro.

    Parigi

    Pixabay

    Spostarsi a Parigi, cosa cambia

    Il vero nemico è il traffico di transito. Questo si evince dalla politica che il Comune di Parigi intende attuare a partire dal 2024. Si fa riferimento soprattutto ai locali, più che ai turisti, che principalmente sfruttano metropolitana e autobus per spostarsi in lungo e in largo.

    Passare in auto attraverso il centro per raggiungere differenti arrondissement crea gigantesche congestioni, abbassando il livello della qualità della vita nelle zone più colme di attrazioni turistiche. Il Comune ritiene vi siano svariate alternative all’uso dell’auto. Su questo sono stati effettuati degli studi e i dati sono sorprendenti.

    Pare che soltanto il 30% di chi passa per quest’area debba assolutamente sfruttare l’auto per poter completare il proprio viaggio. Vi è un 70% che potrebbe farne a meno, ma opta per la macchina unicamente per comodità. E’ a loro che ci si rivolgerà per migliorare la viabilità e la qualità dell’aria respirata in centro.

    Parigi

    Pixabay

    In prospettiva si andrà a sferrare un duro colpo all’inquinamento atmosferico e acustico, ridonando tali spazi di pedoni, ciclisti e mezzi pubblici. Considerando come si intende consentire l’accesso a chiunque debba recarsi in una delle tantissime attività della zona, come si riuscirà a garantire l’efficacia del piano? Vi saranno dei controlli casuali da parte della polizia, appostata all’uscita dall’area indicata. La vivibilità di Parigi per locali e turisti è parte cruciale del programma della Hidalgo, rieletta nel 2020. Durante i suoi mandati ha infatti ridotto il limite di velocità da 50 a 30 km/h e programma di assestare un duro colpo agli spazi dedicati ai parcheggi, proprio per incoraggiare l’uso dei bici e mezzi pubblici, oltre che dei propri piedi.

    American Express Oro
    • Quota gratuita il primo anno
    • 200 euro di cashback
    • Voucher viaggi: 50€ per i tuoi viaggi ogni anno da spendere su americanexpress.it/viaggi
    • Priority PassTM: Carta Oro ti offre l'iscrizione gratuita al Programma Priority Pass e due ingressi gratuiti ogni anno, entrambi per te o per te e un tuo accompagnatore
    • Assicurazione inconvenienti e infortuni di viaggio: sarai tutelato in caso di ritardata consegna del bagaglio oppure ritardo o cancellazione del volo
    • Protezione d'Acquisto: tutela per 90 giorni fino a 2.600€ sugli acquisti effettuati con Carta (escluse alcune categorie merceologiche), in caso di furto o danneggiamento del bene
    Quota gratuita il 1° anno + 200 € di cashback
    Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Consulta le Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori di Blu American Express e i Fogli Informativi di Carta Verde e di Carta Oro su americanexpress.it/terminiecondizioni. L’approvazione delle Carte è a discrezione di American Express. La gratuità annuale della quota di Carta Oro e di Carta Verde è subordinata al raggiungimento di specifiche soglie di spesa annuali.