Renaissance Cancun, sembra di essere in un resort senza essere in un resort - The Flight Club
Recensioni

Renaissance Cancun, sembra di essere in un resort senza essere in un resort

Quando ho deciso di fare una breve vacanza a Cancun, ho scelto con attenzione in quali hotel volevo soggiornare tenendo…

In questo articolo:

    Quando ho deciso di fare una breve vacanza a Cancun, ho scelto con attenzione in quali hotel volevo soggiornare tenendo presente alcuni punti fermi: volevo solo strutture Marriott per sfruttare al massimo la promozione che regalava doppie notti qualificanti, l’obiettivo era avvicinarmi il più possibile allo status Platinum Elite. Volevo inoltre una soluzione low cost, una extra lusso e una intermedia. Alla fine ho deciso di soggiornare al Four Points, la sera dell’arrivo. Poi due notti al Ritz Carlton e due al Renaissance, l’hotel di questa recensione.

    Prenotazione


    I prezzi delle camere a Cancun in primavera sono inflazionati dagli Spring break, lo stop didattico made in USA che porta orde di giovani, famiglie e gruppi di scolaresche a scappare dal freddo verso le destinazioni come Florida, Messico e, negli ultimi anni, anche le crociere.

    Ho prenotato una tariffa promozionale che prevedeva la colazione gratuita. Ho scelto questa struttura soprattutto per 3 motivi: è una delle più nuove aperte a Cancun costruita dentro la nuova marina, è fuori dalla zona degli hotel e non applica alcuna Resort Fee.

    Il costo della camera è stato di 180$ a notte, in un periodo differente la camera sarebbe costata la metà, ma non avevo altre date possibili per questo viaggio. Non avevo nemmeno abbastanza punti Marriott avendo svuotato il mio “portafoglio” per dormire gratis in un hotel da 1000$ a notte.

    La location

    Questo hotel è nel cuore della nuova marina di Cancun, collegato ad un nuovo centro commerciale e a pochi passi dal nuovo golf club.

    Chi conosce questa zona del Messico sa benissimo che il 90% degli hotel è localizzata nella cosiddetta “Zona Hoteleria”, una striscia di terra in mezzo al mare dove sono attivi oltre 100 hotel, dove c’è il cuore della movida e i principali Beach club.

    Devo dire di essere rimasto molto contento della scelta fatta, il vantaggio di essere fuori dalla zona degli hotel vuol dire che si può fare un vita “normale” senza dover prendere un taxi. Fuori dall’hotel c’è tutto quello di cui si può avere voglia o bisogno, a pochi passi. Cosa impossibile nel 99% degli hotel della zona alberghiera.

    Ci sono ancora palazzi in costruzione, ma la zona dell’hotel e del centro commerciale sono terminati e vivi tutto il giorno, e se si vuole andare in spiaggia sono 10 minuti al massimo.

    Check-in

    Questo hotel è un categoria 5 nella classificazione di Marriott, anche se oramai con la tabella dinamica per le notti premio non è più una informazione importante. Appena scesi dal taxi, un addetto ha preso in consegna i bagagli fino a consegnarli in camera, una cosa scontata ma che al Ritz Carlton non è accaduta.

    L’addetto ha avuto alcuni problemi a confermare la mia prenotazione, anche se dalla app tutto era regolare. In quel momento il mio status nel programma Bonvoy era Gold, livello compreso nella quota annuale della American Express Platino. Mi è valso un piccolo upgrade: piano alto e vista sulla Marina anziché sulla città, e devo dire che è stato un vero piacere.

    La stanza

    Ubicata all’undicesimo piano, aveva una bellissima vista sia di giorno che di notte, sulla Marina e l’area circostante.

    La struttura è moderna e tutto è funzionale. La stanza è grande, ottimo il letto King size con un super topper ed un materasso di quelli che ti fanno sembrare di galleggiare, uno dei migliori che abbia trovato ultimamente. Dieci volte superiore a quello del Ritz Carlton.

    C’è poi un divano che può diventare letto e trasformare la stanza in quadrupla senza problemi. Una mega smart tv e una scrivania perfetta per fare smart working.

    La chicca però è il terrazzino, unico difetto: c’è una sola poltroncina, se si è in due uno deve prendere la sedia della scrivania.

    Anche il bagno è funzionale con una bella doccia walk-in.

    I servizi

    Al piano terra ci sono una piscina e zona idromassaggio. Ottima per rilassarsi dopo una giornata in spiaggia o una lunga escursione. Verso il tramonto, con gli ospiti che bevono e la musica alta, sembra di essere ad un pool party, veramente un mood molto bello.

    Con persone dentro la piscina, altre sdraiate sui lettini e altri ancora a fare l’aperitivo. Decisamente un ambiente giovanile e lontano ai rigidi canoni del resort.

    Quando ho prenotato, pensavo non avrei avuto a disposizione una spiaggia e invece mi sbagliavo: gli ospiti dell’hotel hanno accesso gratuito ad un vicino Beach club, in pratica è come essere in un resort senza avere tutti gli aspetti negativi del resort.

    L’hotel dispone anche di una palestra, con jacuzzi panoramica aperta fino alle 20.

    Food & Beverage

    Sono letteralmente rimasto a bocca aperta dalla qualità, dalla varietà e dal servizio in generale che viene offerto a colazione. Il buffet non è enorme, ma è ottimamente organizzato e offre di tutto, con tantissimi piatti tipici.

    Ci sono due stazioni “calde”: la prima, oltre a uova e omelette, prepara al momento anche le classiche quesadilla . La seconda, con forno molto appariscente, prepara altri piatti tipici della cucina messicana.

    A voler trovare un difetto, il cappuccino non è compreso nella colazione a buffet e deve essere pagato a parte.

    Nelle altre ore del giorno la sala colazione diventa un ristorante, mentre il bar prende vita e prepara ottimi cocktail che danno la carica giusta al pomeriggio in piscina.

    Il Beach Club

    Questa è stata una vera sorpresa, ho scoperto l’esistenza di questa possibilità per sbaglio. Non mi era stata spiegata al momento del check-in, tantomeno sul sito di Marriott c’era menzione di questo servizio.

    Una navetta ogni ora porta gli ospiti in uno stabilimento isolato e assolutamente fuori passaggio, se non ci si fa spaventare dai cartelli che ricordano il pericolo coccodrilli, si gode una ottima giornata su una spiaggia caraibica, potendo usufruire di tutti i servizi completamente gratis per gli ospiti dell’hotel.

    Se non si vuole fare il bagno in mare, ci sono anche 3 piccole piscine, di cui una nella zona riservata agli adulti. La particolarità della piscina per adulti è di avere un bar dentro, il classico pool bar tropicale.

    Mentre per le famiglie c’è anche un piccolo parco giochi per i bambini.

    In conclusione

    Probabilmente uno degli hotel più giovanili di tutta Cancun, anche grazie al fatto che molte compagnie aeree usano questa struttura come base per gli equipaggi in transito.

    Se si sommano tutti i servizi e le cose che offre, si è molto vicini al concetto di Resort, senza però avere i difetti classici di questo tipo di struttura proprio perché è ubicato in mezzo a tante cose “gratuite” da fare/vedere e a tante opzioni culinarie e di divertimento a prezzi decisamente differenti da quelli di una sistemazione all inclusive.

    Dei tre hotel che ho visitato è quello che mi ha lasciato decisamente la sensazione migliore e l’unico dove tornerei volentieri.

    Il verdetto
    Se mai tornerò a Cancun questo hotel sarà una delle mie opzioni, certo se si viaggia in famiglia non offre quello che propongono i tanti resort della zona, ma per tutti gli altri viaggiatori è la via di mezzo ideale. Sopratutto per la sua posizione
    8.5

    Pro

    • La struttura
    • La location
    • La cucina

    Contro

    • Manca un pochino di organizzazione