Sorpresa! Thai Airways potrebber riaccendere i motori degli A380 - The Flight Club
Notizie

Sorpresa! Thai Airways potrebber riaccendere i motori degli A380

Proprio ieri abbiamo raccontato come China Southern abbia deciso di mandare in pensione i suoi 5 Airbus A380. L'ultimo vettore…

Proprio ieri abbiamo raccontato come China Southern abbia deciso di mandare in pensione i suoi 5 Airbus A380. L’ultimo vettore a prendere una decisione di questo tipo. Tra quelli che avevano detto “addio” ai jumbo c’era anche Thai Airways.

In questo articolo:

    La compagnia di bandiera thailandese ha messo a terra i suoi 747 e gli A380 con lo scoppio della pandemia, dicendo basta al mondo dei quadrimotori.


    Dove sono gli A380 di Thai

    Chi atterra a Bangkok, nell’aeroporto principale della capitale del Regno, non può che non notare il “cimitero dei giganti” di Thai Airways: sulla pista esterna dello scalo sono infatti parcheggiati da oltre 30 mesi tutti i jumbo della compagnia.

    Le cose però sembrano destinate a cambiare e ovviamente a noi di TFC questa cosa non fa che piacere.

    Il motivo a monte di questa decisione è la stessa che ha costretto vettori come Qatar, Lufthansa, British Airways tra i tanti a rimettere in attività l’aereo passeggeri più grande mai messo sul mercato: la mancanza di aerei nuovi e la ripartenza dei viaggi.

    Intervenendo all’Assemblea dei Presidenti dell’Association of Asia Pacific Airlines ospitata da Thai Airways a Bangkok, in Thailandia, il Chief Commercial Officer (CCO) della compagnia aerea Korakot Chatasingha ha dichiarato che il vettore sta “studiando da vicino” se riportare in servizio l’Airbus A380. Prima dello scoppio del COVID-19, Thai Airways aveva sei A380, oggi quattro sono nella pista dell’aeroporto Suvarnabhumi di Bangkok (BKK), e gli altri due sono in letargo presso l’aeroporto internazionale U-Tapao (UTP) di Rayong Pattaya.

    Riaccendere i i motori dal letargo richiede tempo e denaro, secondo Lufthansa ci vogliono non meno di 4 mesi di lavoro per ogni aereo prima che possa ricominciare a volare, ecco perchè le compagnie valutano molto attentamente questa possibilità ed è ovviamente un piano sul medio lungo periodo non una decisione che può essere presa in 10 minuti.

    In conclusione

    Tutti gli analisti hanno sbagliato, durante il covid, le previsioni per il rimbalzo dei viaggi. Queste analisi hanno spinto i vettori a delle scelte difficili, ma non rimandabili, come appunto il pensionamento e lo smantellamento degli aerei più grandi e problematici. Le cose però non sono andate come previsto. E adesso, tra i ritardi nelle consegne dei 777x e i problemi con l’approvvigionamento dei materiali, i vettori si trovano senza aerei, ecco quindi che l’A380, con i suoi 500 posti, torna ad essere un asset fondamentale.

    American Express Oro
    • Quota gratuita il primo anno
    • 250 euro di cashback
    • Voucher viaggi: 50€ per i tuoi viaggi ogni anno da spendere su americanexpress.it/viaggi
    • Priority PassTM: Carta Oro ti offre l'iscrizione gratuita al Programma Priority Pass e due ingressi gratuiti ogni anno, entrambi per te o per te e un tuo accompagnatore
    • Assicurazione inconvenienti e infortuni di viaggio: sarai tutelato in caso di ritardata consegna del bagaglio oppure ritardo o cancellazione del volo
    • Protezione d'Acquisto: tutela per 90 giorni fino a 2.600€ sugli acquisti effettuati con Carta (escluse alcune categorie merceologiche), in caso di furto o danneggiamento del bene
    Quota gratuita il 1° anno + 250 € di cashback
    Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Consulta le Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori di Blu American Express e i Fogli Informativi di Carta Verde e di Carta Oro su americanexpress.it/terminiecondizioni. L’approvazione delle Carte è a discrezione di American Express. La gratuità annuale della quota di Carta Oro e di Carta Verde è subordinata al raggiungimento di specifiche soglie di spesa annuali.